Lega Nord in Regione: Bertinelli deve lasciare il Consorzio del Parmigiano Reggiano

Lega Nord in Regione: Bertinelli deve lasciare il Consorzio del Parmigiano Reggiano

221
0
CONDIVIDI
Nicola Bertinelli

Il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli, deve dimettersi immediatamante dall’incarico. E’ un atto che, per quanto non dovuto sul piano formale, su quello sostanziale invece sì”. Lo dice il consigliere regionale della Lega Nord, Gabriele Delmonte, per bocciare la nomina del manager 45enne parmigiano alla guida di Coldiretti Parma ed Emilia-Romagna.

Bertinelli era stato eletto lo scorso anno ai vertici del Consorzio del Parmigiano-Reggiano oltre che per le sue qualità di manager, anche e soprattutto per la sua indipendenza rispetto a qualsiasi associazione di categoria – sottolinea Delmonte –. Addirittura, a proposito delle linee guida che avrebbero ispirato il suo mandato aveva dichiarato che sarebbero state orientate “ad una nuova centralità del Consorzio, che doveva diventare più proattivo ed affermarsi come modello di autorevolezza ed eticità”. Ebbene, con la nomina ai vertici di Coldiretti, oggi Bertinelli non è più in grado di garantire la propria indipendenza. Anzi, non solo la sua ma anche quella dell’intero Consorzio del Parmigiano-Reggiano”.

Sia chiaro, se sul piano formale il presidente del Consorzio non ha alcun obbligo di fare un passo indietro rispetto al suo incarico, è evidente che il suo secondo incarico in Coldiretti presenta, sul piano sostanziale, delle criticità difficili da superare – aggiunge il consigliere regionale del Carroccio -. In primis la presidenza di Coldiretti Parma sconfessa quella sua indipendenza che gli era valsa la nomina a presidente del Consorzio: oggi, dunque, Bertinelli non è più rappresentativo dei consorziati che lo avevano votato. In secondo luogo, connessa alla presidenza Coldiretti di Bertinelli si cela un’altra insidia che va a toccare l’integrità del mondo cooperativo: sappiamo che Coldiretti sta cercando da anni di lanciare la centrale cooperativa Uecoop, pertanto si corre il rischio concreto che attraverso la persona di Bertinelli Coldiretti possa aprirsi una porta per lanciare “l’assalto” alle aziende e ai caseifici del Consorzio. Un insieme di insidie che rendono inconciliabile il doppio incarico di Bertinelli che, dunque, deve dimettersi dal vertice del Consorzio del Parmigiano-Reggiano”, conclude Delmonte.

Nessun commetno

Lascia una risposta: