Polo pediatrico, la Lega denuncia ritardi inaccettabili

Polo pediatrico, la Lega denuncia ritardi inaccettabili

1493
0
CONDIVIDI

 “C’è voluta la polemica sul divieto di allattamento in Università rimbalzata su tutti i giornali nazionali perché le aree di allattamento diventassero improvvisamente (dopo 6 anni di governo della città) una priorità della Giunta Pizzarotti. Infatti ecco subito il Comunicato stampa dell’Assessore che sull’esempio del suo sindaco annuncia: ‘faremo, allestiremo, garantiremo, inaugureremo!’ Sostanzialmente come succede da oltre un anno con il polo pediatrico“. Laura Cavandoli, consigliere comunale e parlamentare della Lega che nello scorso Consiglio comunale ha ricevuto risposta all’interrogazione sui ritardi della struttura, torna all’attacco sul tema dell’infanzia.

Doveva essere pronta la scorsa primavera, poi lo scorso settembre, ma ancora niente. Ogni volta che si chiedono notizie,  Pizzarotti e la giunta rispondono che ‘Sarà pronta tra un mese” non vorrei che diventasse una di quelle opere che si deteriora ancora prima dell’inaugurazione“, prosegue l’esponente leghista.

Un anno fa – spiega la Cavandoli –  Ausl annunciava la sostanziale fine dei lavori del nuovo Polo Pediatrico del Distretto sanitario di Parma edificato su parte dell’area dell’ex scalo merci a fianco di viale Fratti. Mancavano però l’accesso viabilistico e alle reti dei servizi. Dopo di che il silenzio fino a settembre 2017 in cui in consiglio sollecitavo il sindaco a spiegare perché il Polo fosse ancora chiuso. Pizzarotti rispose che sarebbe stato pronto entro pochi giorni a fine mese“.

Sette mesi dopo – aggiunge – abbiamo rifatto la stessa domanda al sindaco che è la massima autorità sanitaria cittadina. La Giunta Pizzarotti ha risposto che, probabilmente, sarà pronto a metà Giugno 2018 per problematiche legate a vicende della società che vinse l’appalto: speriamo sia la volta buona!“.

“Ho sollecitato la messa in sicurezza dell’adiacente area degradata dell’ex scalo merci – prosegue l’esponente leghista –  purtroppo di facile accesso a causa di vandalismi e nella quale si rinvengono refurtive di ogni tipo, rifiuti anche pericolosi e la realizzazione di un parcheggio visto che al momento per gli utenti ci sono solo pochi posti disponibili di righe blu su strada. L’operatività di un nuovo e funzionale polo pediatrico a servizio del Distretto del Comune di Parma (e anche, per alcuni specifici servizi, di tutta la provincia di Parma) è necessaria e urgente considerate le carenze di alcuni spazi dove sono erogati i servizi per pazienti in età pediatrica dall’AUSL di Parma. Speriamo che il sindaco, tra tour all’estero e fondazioni di nuovi partiti, trovi anche un po’ di tempo per i bimbi di Parma“.

Nessun commetno

Lascia una risposta: