L’ospedale Piccole Figlie ceduto alla Parma Healthcare della famiglia Bedin

L’ospedale Piccole Figlie ceduto alla Parma Healthcare della famiglia Bedin

319
0
CONDIVIDI
Da sinistra: il vescovo Enrico Solmi, Mariacarlotta Rinaldini, Nicola Bedin, suor Alba Nani, Marisa Giampaoli

A Parma cade un’altra istituzione: suore e diocesi cedono l’Hospital Piccole Figlie a una società “laica”. Già la gestione era stata affidata a una società toscana (Teorema Holding della famiglia Dubini-Giampaoli), adesso l’annuncio ufficiale che non lascia alcun dubbio: “L’Istituto Piccole Figlie dei SS. Cuori di Gesù e Maria – a causa principalmente del venire meno del personale religioso e delle tante difficoltà inerenti la gestione di un ospedale nell’attuale contesto, così complesso, del settore sanità, dopo un lungo e complesso iter – è pervenuto alla decisione di cedere, d’accordo con gli altri Soci, tra cui la Diocesi, nella persona del Vescovo Mons. Enrico Solmi, l’intero capitale sociale ad un unico soggetto: Parma Healthcare Spa, società della famiglia Bedin, che offrisse garanzia di continuità all’azienda ospedaliera, coniugando professionalità e rispetto dei valori cristiani”.

Parma Healthcare Spa detiene quindi da oggi il 100% di Hospital Piccole Figlie, accreditato di 100 posti letto. La società della famiglia di Bedin vede però una partecipazione pari al 12,5% di Marisa Giampaoli, precedente amministratore delegato dell’ospedale pèarmigiano. Alle Piccole Figlie rimane l’Hospice.

Suor Alba Nani, legale rappresentante dell’Istituto, ha ulteriormente specificato le motivazione di una decisione per certi versi annunciata: “L’Istituto Piccole Figlie, in quanto socio fondatore, nel lontano 1946, della “Casa di Cura Piccole Figlie”, sente tutta la responsabilità di garantire un futuro a questa istituzione che ha segnato la storia della città di Parma e la cui presenza si lega strettamente all’Hospice della città”.

Abbiamo fiducia che Parma Healthcare, guidata dal dottor Nicola Bedin – ha aggiunto suor Alba – possa dare un nuovo impulso all’Hospital Piccole Figlie e collaborare fruttuosamente con l’Istituto, che rNicola Bedinesta titolare dell’immobile e del Centro Cure Palliative, così caro alla città, che continuerà a gestire in proprio. Il fatto che il nuovo ente gestore abbia predisposto all’interno di HPF anche un “comitato etico” a garanzia del rispetto del valore della vita umana, ci pare un segno importante di continuità con il principio ispiratore dell’opera: rivelare la tenerezza di Dio verso l’uomo che soffre”.

Sempre oggi si è insediato il nuovo Consiglio di amministrazione guidato da Nicola Bedin, con Roberto Cupellaro amministratore delegato, Mariacarlotta Rinaldini vicepresidente, e i consiglieri Paolo Rossi e Marisa Giampaoli.

«Si tratta di un’iniziativa imprenditoriale di lungo termine – dichiara Nicola Bedinche vede la mia famiglia impegnata direttamente. Siamo fortemente motivati. Nutriamo una grande stima per Hospital Piccole Figlie, istituto molto importante, fortemente radicato nel territorio. Manifesto profondo apprezzamento per Sua Eccellenza il Vescovo Solmi e per Suor Alfonsina Mazzi, Suor Alba Nani e l’Istituto Piccole Figlie tutto: siamo certi che non faranno mancare il loro affetto e la loro attenzione anche negli anni a venire – aggiunge Bedin. L’Istituto Piccole Figlie peraltro continuerà nella gestione diretta dell’hospice, che permane di sua titolarità».

La Diocesi di Parma, nel comunicare la cessione dell’Hospital Piccole Figlie, del quale deteneva una piccolissima quota, alla Parma Healthcare Spa, esprime vivo ringraziamento alla Congregazione delle Piccole Figlie dei SS. Cuori di Gesù e Maria ed auspica un felice proseguo di un’attività sanitaria che tanto ha contribuito al bene della gente di Parma, con alta professionalità e grande senso di vicinanza alle persone inferme e alle loro famiglie.

Nessun commetno

Lascia una risposta: