Nutrizione nei casi di disfagia, a Exposanità progetto innovativo del Gruppo La...

Nutrizione nei casi di disfagia, a Exposanità progetto innovativo del Gruppo La Villa

231
0
CONDIVIDI

Il Gruppo La Villa cresce attivamente sul territorio italiano con progetti lungimiranti, capillari, rinnovando e ampliando strutture, attività e servizi socio-assistenziali: parte di questi saranno protagonisti a Exposanità, Bolognafiere, dal 18 al 20 aprile, stand B63, padiglione 19.
Core della partecipazione sarà, oltre al workshop “Gestione delle risorse umane: ruoli e competenze nella sanità”, realizzato con Arkigest – Agenzia per il lavoro, la presentazione, a cura di H.A.R.G. – Healthy Aging Research Group, partner del gruppo, dei dati relativi a “Weancare”, progetto sperimentale innovativo per la nutrizione di soggetti con disfagia, di cui le strutture del Gruppo toscano sono state orgogliosamente pilota in Italia, e che punta a ridurre o eliminare il ricorso ai supplementi farmaceutici rappresentando una svolta nella nutrizione delle categorie fragili.

Un’assistenza completa pensata per le specifiche esigenze

Sinergie a sostegno del territorio, soluzioni e setting di cura flessibili, ottimizzazione delle fonti di finanziamento per le cronicità: un approccio concreto che migliora la qualità di vita per cittadini anziani e disabili attraverso numerosi progetti sperimentali sviluppati durante l’ultimo decennio dal Gruppo e dedicati a ospiti con patologie psichiatriche, progetti a bassa intensità assistenziale e Cure intermedie.

In RSA Michelangelo (MS), oltre al progetto “Cure Intermedie” (Acot), presente anche presso RSA Villa Angela (MS) e pensato per fornire cure riabilitative ad ospiti in dimissione ospedaliera, garantendo loro un sereno rientro al domicilio, è attivo – dal 2016 – il progetto REDEO: un modulo di 20 posti per ospiti con bassa e media intensità psichiatrica in nucleo residenziale autonomo rispetto alla RSA, per un periodo di 18 mesi prorogabile, e a cui si affianca la comunità Terapeutica e Psichiatrica Tiziano, da 16 anni riferimento per la cura di pazienti multiproblematici con percorsi terapeutico-riabilitativi, inserita nel SSR attraverso la Legge Regionale Toscana 51/2009.

Infine, CRA San Giuseppe, a Quattro Castella, dà risposte alle necessità assistenziali del territorio reggiano: 137 posti letto – 70 accreditati dalla Regione – e un prossimo ampliamento, una nuova ala, con 18 posti in deroga comunale. Fondamentale sul territorio, CRA Pensionato San Giuseppe accoglie anziani autosufficienti e con problemi neurodegenerativi, dedicando loro percorsi dolci come aromaterapia, massaggi fisioterapici durante i bagni settimanali oltre al nucleo Alzheimer, convenzionato ASL, con 7 posti letto in ambiente estremamente familiare, con giardino riservato e una gestione ad hoc con psicologo, geriatra e operatori attivi 24h/24.

Per maggiori informazioni visita www.lavillaspa.it o chiama il numero verde 800688736.

Nessun commetno

Lascia una risposta: