Sedicenne di Mezzani rischia assideramento per vendere porta a porta

Sedicenne di Mezzani rischia assideramento per vendere porta a porta

396
0
CONDIVIDI

Ha rischiato davvero molto un 16enne di Mezzani, salvato a Viadana dopo essere stato colpito da un principio di assideramento. Il ragazzo era già in stato confusionale per il freddo e non tanto in grado di muoversi. A notarlo, appoggiato a un muretto in località Casaletto, un passante che ha subito chiesto l’aiuto di un agente della Polizia locale impegnato nella vigilanza all’uscita degli alunni dalla scuola.

La vicenda risale al 26 febbraio scorso, quando l’italia era sferzata da Burian e le temperature erano scese ben sotto lo zero. Ma è stata resa nota soltanto adesso dalla Polizia locale.

Il ragazzo – origine marocchina ma regolarmente residente a Mezzani – verso le 12.45 è stato quindi portato al Comando della Municipale di Viadana, quindi in Questura dove poi è stato riscaldato e anche riconciliato perché davvero affamato.

Solo a quel punto è stato possibile ricostruire quanto accaduto: il ragazzo era partito in bicicletta da Mezzani, ha attraversato il ponte chiuso di Casalmaggiore per arrivare così a Casaletto, dove pensava di poter vendere porta a porta alcune paia di calze per guadagnare qualche soldo.

La giovane età e le difficoltà quotidiane non gli hanno permesso di valutare bene i rischi cui andava incontro in quella giornata di gelo.

Nessun commetno

Lascia una risposta: