Pescara-Parma, le soluzioni di mister D’Aversa

Pescara-Parma, le soluzioni di mister D’Aversa

241
0
CONDIVIDI

All’andata il Pescara ha violato il Tardini con un gol al minuto 85 firmata da Brugman, sulla panchina dei pescaresi sedeva Zeman e il Parma scopriva che la serie B era un’altra cosa. Adesso non c’è più Zeman, il Parma vive un momento non facile e mister Roberto D’Aversa – al netto degli infortuni – sa che allo stadio Adriatico i suoi crociati devono fare risultato. Il tecnico per la gara di domani, sabato, con fischio d’inizio alle 15, non può disporre di Matteo Scozzarella e Antonio Vacca infortunati, ha rinunciato a Luca Siligardi e recupera Ciciretti e Munari. Il Parma rilanciato dall’ultima vittoria è a quota 41, ma ha bisogno disperato di punti importanti non solo e non tanto per la classifica, ma dimostrare a se stesso quanto vale e ai tifosi che c’è la reale volontà di puntare in alto.

Ma anche gli abruzzesi non attraversano un buon momento. In panchina c’pè l’avvento di Massimo Epifani e questo potrebbe dare loro una scossa positiva. L’obiettivo è agganciare il gruppo play off, lontano oggi 4 punti, ovvero quelli che separano il Pescara dal Perugia fermo a quota 40.

Sarà Lorenzo Illuzzi della sezione Aia di Molfetta a dirigere Pescara-Parma, coadiuvato dagli assistenti Stefano Bellutti di Trento e Francesco Fiore di Barletta, mentre il quarto uomo sarà Fabio Natilla di Molfetta.

Per il Parma anche una maglia speciale per ricordare Davide Astori, il capitano della Fiorentina scomparso a soli 31 anni nel sonno. Al funerale, nella basilica di Santa Croce a Firenze, hanno preso parte il capitano Alessandro Lucarelli, Gianni Munari, il team manager Alessio Cracolici e il collaboratore della direzione sportiva Raffaele Rubino.

Concluso l’allenamento di rifinitura, prima di salire sul treno per Pescara, mister Roberto D’Aversa al Centro Tecnico di Collecchio ha fatto il punto sulla gara importantissima di Pescara.

https://www.facebook.com/parmacalcio1913/videos/1796808530625990/

Questa è stata una settimana molto positiva sotto l’aspetto del lavoro, chiaro che non avendo giocato contro il Palermo quello che dobbiamo fare è tornare in campo e sotto l’aspetto della concentrazione ci può essere una partenza rallentata: dobbiamo essere bravi a ripartire dall’atteggiamento avuto a Salerno. Mancheranno Scozzarella e Vacca ma abbiamo recuperato Munari e anche Ciciretti: affrontiamo la partita di Pescara con un numero di giocatori tale che ci può aiutare a fare risultato pieno“.

Epifani? Quando cambia l’allenatore c’è una scossa, abbiamo lavorato solo su di noi non sapendo il sistema di gioco del Pescara e non analizzando le loro partite perchè sarà la prima con il loro nuovo tecnico, ma i ragazzi hanno raggiunto una maturità tale che si possono adattare a ogni sistema di gioco. Il recupero a Pasquetta? Il campionato di B già di per sè porta ad un dispendio di energie con 5 turni infrasettimanali, chiaro che bisogna lavorare con l’intelligenza e la maturità giusta, ma abbiamo una rosa talmente ampia che possiamo affrontare anche le partite di recupero“.

Il Pescara viene da un cambio di allenatore, dovremo essere bravi dall’inizio noi a cercare di lavorare sulle loro difficoltà ma giocando come fatto a Salerno: quando c’è il giusto atteggiamento la prestazione arriva di conseguenza. Fino adesso loro hanno giocato con il 4-3-3, Epifani lo usava in Primavera, ma quando allenava in altre categorie ha usato il 4-2-3-1, la cosa importante è aver lavorato su noi stessi per migliorare i nostri difetti. Quali sono? Se analizzo la gara di Salerno abbiamo creato molto ma non l’abbiamo chiusa, è una lacuna da migliorare; così come dobbiamo gestire meglio la palla una volta recuperata. Dubbi per domani? Non sono solo Ceravolo e Calaiò che mi mettono in difficoltà. Ceravolo è un giocatore importantissimo, abbiamo avuto sfortuna con l’infortunio, Calaiò ha ritrovato la condizione ottimale: posso contare su entrambi, così come su tutti gli altri”.

Sensazioni per domani? Mi ritrovo a casa mia, è un ambiente con molti amici e persone che stimo molto, con la proprietà e la dirigenza siamo rimasti in buoni rapprti dopo averci giocato, ma l’obiettivo è di fare risultato pieno, a Pescara non ci sono ancora riuscito come allenatore, è importante per tutti noi farlo. Dobbiamo ripartire bene, quando ci si ferma l’incognita può essere di non riprendere con quella foga con la quale abbiamo affrontato l’ultima gara, ma analizzando il percorso del lavoro settimanale sono fiducioso. A centrocampo ci sono delle assenze, chi scenderà in campo non farà sentire la mancanza di Scozzarella e Vacca, per il resto ho dubbi che scioglierò domani”.

CONVOCATI E PREOBABILI “11”

Al termine della seduta di allenamento a porte chiuse sostenuta questa mattina al Centro Sportivo di Collecchio, mister Roberto D’Aversa ha convocato 23 giocatori per la trasferta in Abruzzo.

Portieri: Andrea Dini, Pierluigi Frattali, Michele Nardi

Difensori: Valerio Di Cesare, Riccardo Gagliolo, Marcello Gazzola, Simone Iacoponi, Alessandro Lucarelli, Pasquale Mazzocchi, Francisco Sierralta

Centrocampisti: Armando Anastasio, Antonino Barillà, Jacopo Dezi, Gianni Munari, Manuel Scavone

Attaccanti: Yves Baraye, Emanuele Calaiò, Fabio Ceravolo, Amato Ciciretti, Alessio Da Cruz, Antonio Di Gaudio, Marco Frediani, Roberto Insigne

 

Pescara ( 4-2-3-1): Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Brugman, Valzania; Mancuso, Capone, Falco; Pettinari. All. Massimo Epifani

Parma (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Di Cesare, Gagliolo; Munari, Dezi, Scavone; Insigne, Calaiò, Da Cruz. All. Roberto D’Aversa

Nessun commetno

Lascia una risposta: