Mimmo Cuticchio porta a Parma l’Opera dei Pupi

Mimmo Cuticchio porta a Parma l’Opera dei Pupi

388
0
CONDIVIDI

“The Artist Is Present” è il progetto del Comune di Parma che prevede, ogni anno, la permanenza in città di un artista invitato a lavorare in uno spazio pubblico per lasciare in dono ai parmigiani, alla fine del periodo, una sua creazione.  Da sabato 17 a sabato 24 marzo Parma ospiterà la prima residenza artistica di Mimmo Cuticchio, erede diretto e attento interprete della tradizione palermitana dell’Opera dei pupi (riconosciuta dall’Unesco parte del Patrimonio orale e immateriale dell’umanità), nonché una delle voci più autorevoli del teatro italiano contemporaneo.

L’iniziativa, che per questa prima edizione l’assessorato alla Cultura del Comune di Parma promuove in collaborazione con il Teatro delle Briciole, animerà la città con svariati appuntamenti, tra cui spettacoli teatrali, una lectio magistralis, una proiezione e la presentazione di un libro, consentendo a cittadini e turisti, per più di una settimana, di avvicinarsi alla preziosa arte di Mimmo Cuticchio e di conoscere a fondo questo straordinario artista.

Infatti, in pieno centro storico – in via Macedonio Melloni, 1 – a fianco del Castello dei Burattini, verrà ricostruita la sua “bottega” che riprodurrà, a Parma, il suo laboratorio teatrale di via Bara all’Olivella a Palermo. Tra pezzi di ricambio, animali mitologici, cartelli, sipari e macchine sceniche, Cuticchio racconterà e mostrerà ai visitatori il lavoro di recupero delle tecniche tradizionali dei pupi e del cunto.

Domenica 18 marzo, alle 11, si terrà l’inaugurazione di questa speciale “bottega” che resterà aperta al pubblico fino a sabato 24 marzo. Il periodo di permanenza sarà inoltre arricchito, martedì 20 marzo, alle 15.30 al Teatro al Parco, dalla lectio magistralis “L’opera dei pupi dalla piccola alla grande scena”, organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma. Ad introdurre l’artista, dopo i saluti del rettore Paolo Andrei, sarà il professor Luigi Allegri, docente di Storia del teatro e dello spettacolo.

Mercoledì 21 marzo, alle 17, all’Auditorium del Palazzo del Governatore, si terrà la presentazione del libro “Alle armi, cavalieri – Le storie dei paladini di Francia rac­contate da Mimmo Cuticchio”, oltre all’autore, sarà presente, l’illustratrice Tania Giordano che da vent’anni lavora nella Compagnia Figli d’arte Cuticchio, per cui realizza manifesti, pitture, scene e costumi.

Giovedì 22 marzo, alle 21, al Cinema Edison, verrà proiettato il documentario “Prove per una tragedia siciliana” di John Turturro e Roman Paska, con John Turturro e Mimmo Cuticchio, che offre un delizioso spaccato sulla complessa identità siciliana e la sua millenaria cultura.

Durante questa importante residenza parmigiana, Mimmo Cuticchio e la sua compagnia presenteranno al Teatro al Parco, in occasione della quinta edizione di “Impertinente –  Festival di Teatro di Figura”, due spettacoli: sabato 17 marzo, alle 21, “A singolar tenzone”, cunto di e con Mimmo Cuticchio, e sabato 24 marzo, alle 21 “Aladino di tutti i colori. Da una favola delle Mille e una notte” per adulti e bambini a partire dai 6 anni.

Tra gli appuntamenti in programma sono previsti anche incontri riservati alle scuole. L’ingresso a tutte le iniziative è gratuito ad eccezione dello spettacolo di sabato 24 marzo.

Sabato 24 marzo alle 12 al Castello dei Burattini avverrà la donazione delle opere realizzate durante la residenza a Parma nella “bottega“ di via Melloni, che potrà essere visitata domenica 18 marzo dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19, da lunedì 19 a giovedì 22 marzo dalle 15 alle 19 e sabato 24 marzo dalle 9.30 alle 13.

Nessun commetno

Lascia una risposta: