Fidenza: l’Inail acquista la sede dell’Istituto Solari

Fidenza: l’Inail acquista la sede dell’Istituto Solari

154
0
CONDIVIDI

Trenta mesi per costruire da zero in nuovo Ipsaa “Solari” di Fidenza. Un vero e proprio record, un’operazione che stamane si è conclusa con la firma che consegna ufficialmente la proprietà del nuovo Istituto scolastico all’Inail.

L’operazione rientra infatti nel programma di iniziative immobiliari che l’istituto nazionale ha potuto avviare con la legge di stabilità del 2015. L’unico vincolo era che tali investimenti fossero caratterizzate da elevata utilità sociale. L’iter che ha permesso a Fidenza di recuperare un progetto che a fine 2014 sembrava ormai definitivamente arenato ha preso dunque il via il 15 settembre 2015, con la presentazione della proposta di investimento, in risposta all’avviso pubblico volto a individuare le iniziative da sottoporre alla valutazione dell’Inail. La successiva istruttoria per la verifica della compatibilità tecnica, economica e finanziaria del progetto ha dato esito positivo.

La nuova sede del Solari, in via Croce Rossa, ha aperto i battenti l’8 gennaio di quest’anno con i suoi oltre 4.500 metri quadrati di superficie che comprendono 11 aule didattiche in grado di ospitare più di 350 alunni, un’area per lo sport di 725 metri quadrati, uno spazio a verde e un parcheggio.

Contestualmente alla sottoscrizione dell’atto di compravendita tra Comune di Fidenza e Inail, è stato stipulato un contratto di locazione con cui la struttura è stata affittata per 18 anni alla stessa amministrazione, con un canone annuo fissato al 2,5% del costo complessivo dell’investimento.

“La nuova scuola Solari è due volte un simbolo per Fidenza – ha spiegato il Sindaco di Fidenza Andrea Massari – Rappresenta un investimento sul futuro e sull’innovazione dell’agroalimentare del nostro territorio, azionista di riferimento del Made in Parma ricercato in tutto il mondo. E rappresenta l’istantanea perfetta di una Città coraggiosa che, lavorando al massimo, ha ripreso a realizzare grandi obiettivi. Sono fatti: dove nel 2014 c’era il nulla, in 30 mesi è nata una scuola nuova che forma i migliori tecnici del settore. Ed è nata grazie ad un’operazione sbloccata dal Governo, che ha visto Fidenza tra i primissimi Comuni d’Italia ad utilizzare i fondi Inail per dare vita al più grande investimento sull’istruzione pubblica mai realizzato nella food valley. Come Sindaco sono orgoglioso di questo risultato e vorrei ringraziare chi ci ha permesso prima di sognarlo e poi di vederlo realizzato: la fondazione Cariparma che è stata determinante per realizzare da subito la nuova palestra della scuola. Soprattutto desidero dire un enorme grazie ai fidentini, che hanno sentito il traguardo della nuova scuola come un motivo di orgoglio e come elemento di una ritrovata capacità di vivere Fidenza coma una Città in cui le opportunità sono a portata di mano”.

“Costruire la nuova sede del Solari e investire nell’innovazione di tutto il nostro patrimonio scolastico, nessuno escluso, era uno degli obiettivi più grandi di questo mandato”. Così l’assessore ai Lavori Pubblici Davide Malvisi, il quale ha aggiunto “Ad oggi abbiamo liberato quasi 10 milioni di euro che si sono tradotti e continueranno a farlo anche nella prossima estate in cantieri, imprese al lavoro e scuole all’avanguardia per i nostri studenti, le loro famiglie e i loro docenti. Quella del nuovo solari è una storia bellissima: basta pensare ai suoi 4.500 metri quadrati che includono11 aule didattiche in grado di ospitare più di 350 alunni, nove laboratori, due officine, un caseificio, un’ampia aula magna, una biblioteca, un’aula per riunioni e colloqui e una palestra di 635 metri quadrati. Parliamo di una scuola antisprechi, grazie ad una classe energetica elevatissima, che garantirà costi di gestione contenuti. Un intervento che il Comune ha accompagnato con la più generale riqualificazione di tutto il contesto limitrofo, investendo oltre 350.000 euro su via Marconi, l’accesso al centro storico con pista ciclabile e marciapiedi e agendo sulla partnership con Rete Ferroviaria Italiana che ha completamente rilanciato l’area della stazione con oltre 4 milioni di investimenti”.
Per Maria Pia Bariggi, assessore alla Scuola del Comune di Fidenza, “il nuovo edificio avrà il compito di formare una nuova generazione di tecnici facendo crescere non solo un settore cruciale come quello agroalimentare ma la nostra intera comunità”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: