Touring Club: Busseto e Fontanellato bandiere arancioni del Parmense

Touring Club: Busseto e Fontanellato bandiere arancioni del Parmense

550
0
CONDIVIDI

Sono 20 i comuni dell’Emilia Romagna – terza in Italia dopo Toscana (38) e Piemonte (28) – che possono fregiarsi della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano come marchio di qualità turistico ambientale. E tra questi si confermano Fontanellato e Busseto. Alla cerimonia, che si è tenuta alla Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova, hanno partecipato per il Comune di Busseto il sindaco Giancarlo Contini e l’assessore Marzia Marchesi.

La bandiera arancione viene esposta nei borghi eccellenti dell’entroterra italiano, con meno di 15.000 abitanti, dove la sostenibilità ambientale, la tutela del territorio, il patrimonio artistico-culturale, la qualità dell’accoglienza si uniscono per regalare autenticità al viaggio. Sono solo 227 le località, tra cui Busseto e Fontanellato, che hanno ricevuto la Bandiera per il biennio 2018-2020.

Una grande soddisfazione e un riconoscimento prestigioso”, hanno commentato il sindaco Contini e l’assessore Marchesi.

Di ritorno dal viaggio a Genova il sindaco Giancarlo Contini ha anche raccontato un piacevole aneddoto: “Ho conosciuto di persona il direttore Silvestro Serra che mi ha confessato di essere stato diverse volte a Busseto. Gli ho chiesto come mai non fosse mai passato in Comune, per conoscerci, e mi ha svelato di essere venuto sempre in incognito proprio per osservare se Busseto era degna di questo riconoscimento”. Oltre alle bellezze del territorio, infatti, ad influire sull’assegnazione della Bandiera sono anche raccolta differenziata, pulizia delle strade, l’ordine delle frazioni.

Soddisfatta anche l’assessore Marzia Marchesi che sottolinea l’importante lavoro dell’Ufficio Turistico: “Compito dell’Amministrazione è collaborare con le attività commerciali e associative locali per mantenere gli standard attuali e incrementare con idee, risorse economiche ed umane, il percorso naturale del Borgo legato a suggestioni che una sinergia di musica, enogastronomia e monumenti può trasmettere al turista”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: