Il “Libro Parlato Lions” fa “Leggere con le orecchie” chi non può...

Il “Libro Parlato Lions” fa “Leggere con le orecchie” chi non può vedere

1015
0
CONDIVIDI

“Leggere con le orecchie” è la scommessa vinta con il “Libro Parlato Lions”, un grande portale gratuito di oltre 8 mila audiolibri a disposizione di tutti coloro che hanno difficoltà nella comune lettura, come ipovedenti, ciechi, autistici, dislessici, anziani. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nella biblioteca del Cepdi (Centro Provinciale di Documentazione per l’Integrazione scolastica, lavorativa e sociale) di via Stirone, dove sarà anche nel 2018 attivato il servizio che ogni anno fornisce in prestito circa 300 audiolibri. Che cosa sono? Libri letti da volontari selezionati, dei “donatori di voce”, che permettono anche a chi non può leggere con gli occhi di “leggere con le orecchie”. Anche nel 2018, il servizio sarà possibile grazie al contributo economico del Lions Club Colorno La Reggia.

La biblioteca del Cepdi nasce nel 1981 ed è una biblioteca per l’integrazione – spiega Danilo Amadei, presidente del Cepdi, affiancato dal direttore del Centro, Massimo Parmigiani -: deve dare la possibilità di accedere ai libri anche a chi per vari motivi non può leggere. Per questo negli anni si è arricchita di nuove tecnologie, tra cui quella degli audiolibri, per cui da parte nostra va un grande ringraziamento a chi ci ha fornito ‘Il libro parlato’”.

Senza Lions Club Colorno La Reggia questo servizio non esisterebbe e il suo presidente, Silvano Pessina, ne è consapevole: “Sono felice di portare avanti questa iniziativa che risulta molto utile non solo per i non vedenti, ma anche altre categorie, tra cui quella degli anziani. Si tratta di una possibilità utile a molte persone”.

Ad illustrare le funzionalità del portale “Libro Parlato Lions” è Veruska Bolletti, bibliotecaria del Cepdi: “Gli audiolibri sono libri letti e registrati e, con una gestione molto semplice ed immediata, possono essere ascoltati da tutti coloro che, per condizione o patologia, non possono leggere in maniera tradizionale. Attivo dal 2011, il servizio ha registrato negli anni un costante aumento dei prestiti, diventando molto utilizzato. Inoltre, grazie alla convenzione con alcune scuole, attraverso l’utilizzo degli audiolibri si è riusciti a migliorare l’inclusione degli alunni con difficoltà“.

A chiudere la presentazione è Alberto Mutti, presidente della sezione provinciale di Anmic, l’associazione nazionale di tutela delle persone con disabilità: “Gli audiolibri sono uno strumento fondamentale per dare accesso alla cultura e all’informazione alle persone con determinate disabilità: sono un mezzo per eliminare una barriera, perché non tutti possono leggere. Per questo siamo grati al Lions Club  Colorno La Reggia e auspichiamo che il loro sostegno non manchi nemmeno nei prossimi anni”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: