Rainieri bacchetta Pizzarotti: “Baby gang scatenate a Parma e lui non fa...

Rainieri bacchetta Pizzarotti: “Baby gang scatenate a Parma e lui non fa nulla”

202
0
CONDIVIDI

A Parma il fenomeno delle baby gang si sta diffondendo in maniera preoccupante ma il Comune non sembra molto impegnato nel contrastarlo“. Il vicepresidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega nord, Fabio Rainieri, torna all’attacco dell’amministrazione di Federico Pizzarotti dopo gli ultimi episodi di violenza avvenuti nel centro della città ad opera di gruppi di minori.

Il problema non è solo a Parma ma anche in altri importanti centri urbani dell’Emilia-Romagna, visto che, secondo il Tribunale dei minori di Bologna, i reati di minori in Emilia-Romagna, molti dei quali rientrano in fatti commessi da baby gang, sono aumentati del 20 % tra il maggio 2016 e il maggio 2017 e considerato che anche le cronache di altre città sono piene di notizie di crimini commessi da quei gruppi e di arresti per gli stessi – ha quindi proseguito Fabio RaineriCon gli altri Consiglieri regionali della Lega nord vogliamo pertanto chiedere alla Giunta regionale se il problema del contrasto a questo fenomeno di devianza giovanile è adeguatamente seguito, se si sta parlando nelle riunioni dei vari organismi per la sicurezza urbana cui partecipa la Regione di azioni per contrastarlo più efficacemente e se sono in programma nuove iniziative per sostenere i comuni nell’affrontarlo. Chiaro è infatti che l’autorità giudiziaria e le forze dell’ordine statali possono solo affrontare il fenomeno dal punto di vista repressivo, tra l’altro con i noti problemi di carenza di organico e di mezzi che li affliggono, mentre sono le amministrazioni comunali che hanno le competenze, oltre che per potenziarne la repressione, anche per migliorarne la fondamentale prevenzione con l’azione coordinata di servizi sociali e polizia locale. A Parma abbiamo visto che circa un anno fa il fenomeno e in particolare il disagio di tante sue vittime, compresi i commercianti del centro cittadino, è stato portato all’attenzione mediatica grazie a una bella inchiesta giornalistica. Da allora però – conclude il consigliere regionale leghista – abbiamo subito assistito a dichiarazioni del Sindaco Pizzarotti e dei suoi collaboratori finalizzate a minimizzare il problema che comunque sarebbe stato meglio attenzionato. Nei mesi successivi non si è praticamente fatto nulla e ora vediamo le conseguenze della solita sottovalutazione dei problemi da parte dei pizzarottiani, soprattutto quando riguardano la sicurezza urbana. Sarebbe l’ora di darsi una sveglia anche su questo fenomeno sempre più preoccupante“.

Nessun commetno

Lascia una risposta: