L’arte di Vincenzo Gardoni rivive a Palazzo del Governatore e al Toschi

L’arte di Vincenzo Gardoni rivive a Palazzo del Governatore e al Toschi

994
0
CONDIVIDI

Una giornata in memoria del pittore espressionista Vincenzo Gardoni in occasione del centenario della nascita. Si terrà sabato 4 novembre a partire dalle 17, presso l’Auditorium di Palazzo del Governatore di Parma, alla presenza delle tre nipoti architetto dell’artista scomparso nel 2004, Teresa Maria, Arianna Maria e Miriam Gardoni. Interverranno l’assessore alla Cultura Michele Guerra, il dirigente scolastico del Liceo artistico “Paolo Toschi” Roberto Pettenati e Gianluigi Guarneri, critico d’arte e docente presso il Politecnico di Milano.

Saranno proprio le nipoti a svelare l’arte e la vita del nonno, sempre molto schivo e riservato tanto da non coinvolgere mai alcuno nella sua produzione. Riteneva la sua una tecnica unica, tanto da mostrare le opere solo a lavoro finito. Realizzava le sue creazioni recuperando il materiale di scarto dal suo lavoro di impiegato amministrativo presso gli uffici dell’Università: carte, inchiostri per timbri, chine, tutti oggetti che, invece di diventare rifiuti, si trasformavano in figure, scenari, volti che esprimono emozioni, secondo l’idea che “Qualsiasi cosa può essere un’opera d’arte”.

Sempre nel pomeriggio del 4 novembre, in piazza Steccata, sulla facciata di Palazzo Governatore, dalle 17 alle 22, verranno proiettate, dalle finestre della casa-studio dell’artista prospicienti la piazza, immagini della produzione pittorica di Gardoni che ripercorrono scene di vita dell’artista stesso e i soggetti da lui raffigurati.cIn questa occasione la famiglia donerà al Comune di Parma il quadro del 1976 di Vincenzo Gardoni “Per una canzone d’autunno”.

L’iniziativa vede coinvolto anche il liceo artistico Paolo Toschi con alcuni suoi professori e studenti, nell’intento di produrre arte partendo dall’opera pittorica di Vicenzo Gardoni. In questo modo si estende ad altri l’idea di ‘laboratorio’, già iniziata dalle nipoti (Gardoni Architects) secondo cui i disegni di V.G. sono proiettati nel futuro attraverso la loro personale preparazione nei campi dell’architettura, del design e della moda. Le opere dell’artista, unite a quelle prodotte dal laboratorio Gardoni Architects e a quelle che verranno elaborate dagli studenti, in vari campi dell’arte, durante questo anno scolastico, saranno oggetto di una mostra in programma a novembre 2018 presso la Galleria San Ludovico di Parma.

Nessun commetno

Lascia una risposta: