Serie B: Rugby Parma rullo compressore, l’Amatori cade a Livorno per un...

Serie B: Rugby Parma rullo compressore, l’Amatori cade a Livorno per un “errore”

922
0
CONDIVIDI

RUGBY PARMA 1931 vs VASARI RUGBY AREZZO: 50-6 (24-6)

Marcatori: 1° T: 4’ cp Arezzo, 7’ mt Zanichelli tr Righi Riva, 8’ cp Arezzo, 17’ cp Righi Riva, 23’ mt Righi Riva tr Righi Riva, 38’ mt Soffredini tr Righi Riva
2° T: 2’ mt Caselli tr Righi Riva, 11’ mt Corradi nt, 27’ mt Caselli tr Righi Riva, 35’ mt Bersani tr Righi Riva

Rugby Parma: Biancaniello, Corradi (12’ st Fontana), Zanichelli, Pelagatti, Manganiello (36’ st Bazzoli), Rosi, Righi Riva (v. cap.), Soffredini (12’ st Calcagno), Cavazzini (7’ st Bosco), Poli (19’ st Imparato), Bondioli, Caselli (cap.), Cammi, Silvestri (19’ st Palma), Tognolli (19’ st Bersani). All. Leaega

Vasari Rugby Arezzo: Rupi, Arostini (5’ st Vespi), Califano, Grotti (13’ pt Aversa), Piergentili, Scartoni, Chiericoni, Innocenti, Omizzolo (cap.), Cavallaro, Giusti (14’ st Accioli), Donvito (25’ pt Ruzzi), Giabbani, D’Antonio, Rossi (12’ st Cojocaru). A disposizione: Cardinali, Marani. All. Mazzucato

 

Vittoria a mani basse al “Banchini” per la Rugby Parma che strapazza il Vasari Rugby Arezzo. Una vittoria importante per la classifica perché rilancia il club gialloblu in classifica, avvicinandolo al gruppo di testa. Rugby Parma che adesso vanta anche il secondo miglior attacco del girone, alle spalle del Bologna 1928.

Gli avversari di turno iniziano la trasferta con poca fortuna, costretti ad una lunga sosta in autostrada a causa di un guasto tecnico del pullman che porta il direttore di gara a posticipare il fischio di inizio alle 15:30. La Rugby Parma fatica a trovare il ritmo e lascia l’iniziativa al Vasari che, da parte sua, non riesce a costruire azioni preoccupanti e che incassa soltanto due calci piazzati, al 4′ e al 8′, che fruttano gli unici 6 punti della giornata. Tra le due punizioni, la meta di Zanichelli che finalizza una bella sventagliata sulla sinistra.

La mischia ospite è in difficoltà e il baricentro del gioco si sposta verso la linea di meta toscana. Al 16′ la palla della seconda marcatura gialloblù sfugge di mano a capitan Caselli in area di meta. Al 17′ Righi Riva, riportato al ruolo di mediano, piazza per il 10 a 6 e, 6 minuti dopo, va in meta sfruttando un buco centrale. Il Vasari prova ad accorciare con un piazzato ma fallisce, diversamente da Righi Riva che, a dispetto del forte vento contrario, trasforma brillantemente anche la meta di Soffredini giunta su una mischia a 5 metri vinta e giocata alla mano.

Nel secondo tempo sono gli aretini a subire il vento contrario che disturba anche i calci di liberazione più semplici. Il gioco si sviluppa essenzialmente nella metà campo toscana. Caselli, al 2′, buca sull’asse dopo una touche ai 5 metri. Poi tocca a Corradi finalizzare alla mano sulla destra, quindi di nuovo a Caselli con una bella galoppata solitaria di 40 metri, infine a Bersani dopo una maul in prossimità della linea di meta. Il tutto infiocchettato da Righi Riva, autore di 6 trasformazioni su 7 che, sommate alla punizione e alla meta marcata, portano lo score personale della giornata dell’ottimo mediano a 20 punti, davvero notevole visto appunto il forte vento.

Ottima vittoria con bonus (mai in discussione) quindi, ma il test non è stato dei più probanti.

Il nostro obiettivo era quello di vincere con il bonus, era importante per la classifica – dice Silao Leaega –. L’obiettivo è stato raggiunto, però il nostro gioco è stato discontinuo, ancora una volta a causa degli errori che hanno caratterizzato questa prima parte del campionato e che ci stanno penalizzando in termini di punteggio. Dobbiamo ancora lavorare molto sui fondamentali; abbiamo commesso ancora troppi errori nei passaggi, nelle prese e nei punti d’incontro che non ci hanno permesso di creare il ritmo che stiamo cercando. Quindi, ovviamente sono contento per i cinque punti, ma se avessimo giocato come sappiamo fare avremmo vinto con un margine ancora più ampio. Non dobbiamo accontentarci della vittoria, dobbiamo dare il massimo. Siamo ancora all’inizio, ci mancano gli incontri più difficili in cui bisogna necessariamente fare meglio. Oltre a quella di oggi, anche quella di domenica prossima sarà una partita che ci può dare fiducia e ci può permettere di imboccare la strada giusta; poi ci aspetta un mese di stop del quale dobbiamo approfittare per cercare di migliorare ed arrivare in forma agli appuntamenti più difficili”.

 

Rugby Livorno – Arca Gualerzi Amatori 17 – 15 (Pt 10-0)
Marcatori: Pt. 4’cp Livorno, 39’m Livorno tr; st. 45’m Tolaini, 48’cp G. Torri, 54’m Livorno tr, 65’m Carra tr G. Torri

Livorno Rugby: Righetti; Rispoli (6′ pt Battagello), Gigli, Stiaffini, Cristiglio; Canepa, Contini N.; Merani, Gragnani Giorgio (33′ st Scrocco), Bottari; Marmugi (4′ st Bitossi), Bertini (cap.); Tangredi, Sforzi (3′ st Santi), Guidi (4′ st Ciapparelli G.). A disp.: Tichetti, Menicucci. All.: Zaccagna.

Arca Gualerzi Amatori Parma: L. Torri; Dondi, Maghenzani (60’ Carra), Balestrieri,Cantoni; G. Torri, Dodi (41’ Mordacci); Contini, Andreozzi (cap.) (76’ Pedretti), Scarica (54’ Chiesi); Corradi (43’ Amin Fawzi), Rossi; Calì, Tolaini (62’ Gatti), Visentin (41’ Bertozzi). All: Viappiani

Arbitro: Carlo Pastore (GE)

Ammoniti: 23’ Tolaini (Amatori); 72’ Livorno

Punti conquistati in classifica: Rugby Livorno 4; Amatori Parma 1

 

Un punto amaro quello ottenuto a Livorno dall’Amatori Parma Rugby, che dopo un ottimo secondo tempo dove riesce a recuperare 8 dei 10 punti di svantaggio subiti nei primi quaranta minuti, allo scadere manca i 3 punti del sorpasso con un piazzato che dalla lunga distanza va di poco a lato dei pali.

Primi quaranta minuti sottotono per l’Amatori che pur difendendo bene dagli attacchi dei labronici e non subendo mete nei 10 minuti d’inferiorità numerica per il giallo a Tolaini, fatica ad attaccare e allo scadere della prima frazione subisce la meta dei padroni di casa che con la trasformazione chiudono in vantaggio 10 a 0 il primo tempo. Partono sparati i padroni di casa. Canepa apre le marcature al 6′ con un piazzato da posizione centrale, poi lo stesso mediano di apertura non inquadra la porta (22′ e 25′) da posizione angolata.

Negli spogliatori la strigliata di coach Viappiani produce gli effetti sperati e i blucelesti accorciano le distanze con Tolaini e dopo 3 minuti si portano a meno 2 grazie al piazzato di Giacomo Torri. La partita sembra mettersi bene per Andreozzi e compagni ma al quarto d’ora allungano ancora i padroni di casa portandosi oltre il break, questo però non abbatte l’Arca Gualerzi che continua ad attaccare riportandosi nuovamente a meno due quando manca un quarto d’ora alla fine della partita. Gli ultimi dieci minuti sono ancora di marca bluceleste, questa volta in superiorità numerica per il cartellino giallo a un giocatore del Livorno ma la difesa biancoverde tiene rendendo vani gli attacchi degli ospiti. Allo scadere un fallo dei padroni di casa da la possibilità all’Arca Gualerzi di passare in vantaggio e portare a casa i 4 punti ma il calcio di Torri dalla lunga distanza va di poco a lato e i blucelesti devono accontentarsi del punto di bonus difensivo.

Prossimo appuntamento per l’Arca Gualerzi domenica prossima per la sesta giornata, ultima gara prima delle sosta, dove l’Amatori andrà a far visita a un Bologna 1928 galvanizzato dal largo successo esterno di Modena che conferma il team felsineo primo attacco di tutti i gironi della serie B con una media di 45 punti segnati a partita.

RISULTATI 4^ GIORNATA

PROSSIMO TURNO

Nessun commetno

Lascia una risposta: