Sbatte contro un’auto in sosta e fugge, rintracciato e denunciato

Sbatte contro un’auto in sosta e fugge, rintracciato e denunciato

811
0
CONDIVIDI

Una settimana fa, in uno dei quartieri residenziali di Busseto, un giovane residente a Fidenza ha causato un grosso danno al veicolo di un bussetano che era parcheggiato sulla strada.

L’incidente è avvenuto intorno alle quattro del mattino: il fidentino, sperando di non essere rintracciato si era quindi dato alla fuga. Alla mattina il bussetano si sveglia con un amara sorpresa: il malcapitato denuncia quanto accaduto alla sua automobile, regolarmente parcheggiata, alla Polizia Municipale che inizia le indagini per risalire all’autore del danno.

Gli agenti della Municipale hanno raccolto le informazioni e ascoltato i testimoni, oltre che consultando le registrazioni dei sistemi di videorsorveglianza, sia privati che comunali, e sono arrivati ad identificare il colpevole. L’uomo, un ventenne di origine indiana, aveva nascosto la sua auto in un garage di un parente, nel tentativo di far perdere le proprie tracce. L’automobilista, messo di fronte all’evidenza, ha quindi ammesso la proprie responsabilità: rischia una sanzione da 296€ a 1184€, la sospensione della patenta da 15 giorni a 2 mesi e dovrà provvedere al risarcimento dei danni.

“Desidero complimentarmi – ha dichiarato l’assessore alla Polizia locale e alla sicurezza Elisa Guareschi – con il Comandante Deleo e gli operatori che, con professionalità, hanno gestito la segnalazione. Questi risultati dimostrano l’impegno profuso per il territorio. Come Amministrazione sosteniamo che la Polizia Locale debba fornire risposte ai cittadini e lavorare per aumentare la sicurezza sul territorio”. In quest’ottica si delinea anche il progetto di Controllo di Vicinato che l’Amministrazione sta mettendo in campo proprio in questo periodo: un servizio come questo, unito alla tempestività delle segnalazioni, può trasformarsi in un valido metodo per aumentare la sicurezza. “In questo caso – conclude l’Assessore –la segnalazione del sinistro, insieme alle testimonianze e alla videosorveglianza ha permesso di ricostruire l’accaduto”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: