Corte dei Conti su nomina Malavasi a revisore: nessun danno al Comune...

Corte dei Conti su nomina Malavasi a revisore: nessun danno al Comune di Fidenza, assolti Cantini e gli altri

1683
0
CONDIVIDI

Non c’è stato danno erariale al Comune di Fidenza per la mancata nomina di Claudio Malavasi a revisore dei conti. E’ quanto stabilito dalla Corte dei Conti dell’Emilia Romagna, che ha respinto la richiesta della Procura e mandati assolti l’ex sindaco Mario Cantini, diversi amministratori Vittorio Cavalli, Enrico Patroni, Ilaria Comelli, Angelo Bernazzoli, Mirko Sesenna, Francesca Ambroggi, Luca Aliani, Maria Alessandra Toscani, Andrea Cabassa, Enrico Montanari, Luigi Toscani, Davide Malvisi, Francesco Ghisoni, Roberto Bacchini e Rita Sartori, oltre alle funzionarie Lucetta Pietralunga e Maria Angela Iannelli, e al direttore generale Enrico Pigorini.

Secondo la Procura della Corte dei Conti, avrebbero dovuto risarcire il Comune di Fidenza, per euro 31.237,60. Inoltre, Iannelli e Pietralunga avrebbero dovuto pagare ulteriori euro 3.806,40. Tutto per la mancata nomina di Claudio Malavasi tra i revisori dei conti. Ed è stato proprio Malavasi a chiedere e ad ottenere l’annullamento delle delibere del Comune relative alla nomina del collegio dei revisori dei conti. Il Tar ha anche riconosciuto 35.044 a Malavasi. Somma che successivamente il Comune di Fidenza ha pagato come deciso dal Tar.

Ma secondo la Corte dei Conti dell’Emilia Romagna, però, “l’illegittimità di un atto amministrativo, accertata con sentenza del Tar, e la conseguente condanna dell’ente pubblico al risarcimento dei danni in favore del ricorrente, non determina, automaticamente, la responsabilità per danno erariale degli organi deliberativi, degli organi consultivi e delle strutture di supporto”.

Tutti prosciolti, quindi, e senza mettere mano al portafoglio. Ma il Comune di Fidenza dovrà rimborsare loro le spese legali fissate in 1.300 per ogni convenuto.

Nessun commetno

Lascia una risposta: