Pioggia di soldi pubblici per le scuole private di Parma. Gilda Insegnanti:...

Pioggia di soldi pubblici per le scuole private di Parma. Gilda Insegnanti: “Vergogna”

147
0
CONDIVIDI

Il recente provvedimento dell’Ufficio Scolastico dell’Emilia Romagna che, in applicazione di una legge nazionale, stanzia a fondo perduto complessivi 5milioni 119mila 660 euro per le scuole non statali della provincia di Parma è semplicemente una vergogna“. A sostenerlo in una nota sindacale sono gli autonomi della Gilda Insegnanti di Parma e Piacenza, che sottolineano come si tratti di quasi un milione di euro in più rispetto allo stanziamento dello scorso anno.

Il tutto avviene mentre ai dipendenti della scuola pubblica si chiedono sacrifici enormi, obbligandoli a percepire paghe miserevoli dovute ad un contratto oramai scaduto da ben otto anni – tuona il sindacato -. Contemporaneamente per ottenere un risparmio è stato d’imperio congelato l’anno di anzianità dei docenti 2013 che, con una rapina perpetrata ai danni docenti della scuola statale, non viene conteggiato nel calcolo della retribuzione. In provincia di Parma stiamo oltre ai regali che arrivano da Roma alle scuole private, stiamo anche assistendo anche ad enti locali che forniscono vantaggi all’imprenditoria scolastica privata, come il caso di Busseto dove un immobile pubblico che ospitava una scuola statale è stato dato in gestione ad un privato.  Questa è la pseudo Buona Scuola del Pd e dei suo finti oppositori, dare soldi ai privati fingendo di investire sulla scuola statale”.

Oramai questi politicanti e i loro accoliti hanno perso il senso del pudore – tuona Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda di Parma e Piacenza – ci meraviglia che certi dirigenti scolastici parmensi che non perdono occasione di cercare la ribalta mediatica questa volta nulla osservano”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: