“Gastroparma” in piazza Garibaldi il 7 e 8 ottobre: la gastroenterologia per...

“Gastroparma” in piazza Garibaldi il 7 e 8 ottobre: la gastroenterologia per tutti

708
0
CONDIVIDI

Torna in piazza Garibaldi, per la terza edizione, “Gastroparma”, iniziativa di sensibilizzazione per la prevenzione delle patologie gastrointestinali. L’appuntamento è per sabato 7 e domenica 8 ottobre, dalle 9 alle 20. La manifestazione, che rientra in un ampio progetto di divulgazione e sensibilizzazione, è organizzata in collaborazione con il Comune di Parma ed è stata ideata da Pellegrino Crafa, professore di Anatomia Patologica, Francesco Di Mario, professore di Gastroenterologia, e Lorella Franzoni, presidente del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia. Ideatori che hanno preso parte alla presentazione in municipio per illustrare nel dettaglio il programma delle attività previste.

Durante la due giorni, ad accesso libero e gratuito, professori, ricercatori, specializzandi e studenti dell’Università di Parma, insieme a professionisti dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria e dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma, spiegheranno, con un linguaggio comprensibile a tutti, le principali patologie dell’apparato digerente, i fattori di rischio, l’importanza della prevenzione, di un corretto approccio nutrizionale e, più in generale, l’importanza di adottare un corretto stile di vita.

Piazza Garibaldi ospiterà modelli gonfiabili di fegato, stomaco e colon, che saranno visitabili all’interno, sotto la guida di volontari esperti, i quali, mediante l’ausilio di semplici pannelli, illustreranno le caratteristiche anatomiche, le principali patologie e risponderanno alle domande dei cittadini.

Nel corso della manifestazione si discuteranno dal vivo casi clinici, legati a patologie gastroenterologiche comuni come la gastrite, il bruciore di stomaco, la pancia gonfia, la stitichezza, ecc., in modo da permettere al pubblico di immedesimarsi sia nei panni del medico, che nelle emozioni e aspettative del paziente, di porre domande e richiedere approfondimenti.

Sono previste altre attività con il coinvolgimento dei cittadini: un corner “anatomo-patologico”, in cui sarà possibile capire meglio cosa sia una biopsia dell’apparato digerente e che risposte possa fornire; un corner “endoscopico”, presso il quale sarà possibile visionare quadri endoscopici dell’apparato digerente; un corner “nutrizionale”, in cui si parlerà di diete equilibrate e di corretta lettura delle etichette presenti sugli alimenti; un corner “comunicazionale”, per illustrare e dibattere su come la figura del medico sia raccontata dai media (cinema, televisione e letteratura).

Verranno inoltre eseguite ecografie addominali a persone selezionate e verrà fornita l’illustrazione di esami clinici non invasivi, come il test del respiro.

Sono stati inoltre programmati alcuni eventi gastronomici, con lo scopo di valorizzare l’importanza di un’alimentazione basata su filiere di qualità e controllate, rispettando lo slogan “noi siamo quello che mangiamo”. L’accesso sarà libero e gratuito.

Nessun commetno

Lascia una risposta: