Inquinamento, dal 1° ottobre limitazioni al traffico e domenica ecologica: stop anche...

Inquinamento, dal 1° ottobre limitazioni al traffico e domenica ecologica: stop anche ai diesel Euro 3

2041
0
CONDIVIDI

Dal 1 ottobre tornano le domeniche ecologiche e le limitazioni al traffico durante la settimana previste dal Pair, il Piano Aria Integrato Regionale 2020 della Regione Emilia Romagna. Anche il Comune di Parma aderisce alle misure decise in ambito regionale – per la prima volta uguali anche in Lombardia, Veneto e Piemonte – quindi il sindaco Federico Pizzarotti ha firmato l’ordinanza che dispone limitazioni al traffico per i veicoli più inquinanti da domenica 1 ottobre fino al 31 marzo 2018 (Scarica: Planimetria Pair – Limitazioni al traffico). Le misure di limitazione alla circolazione saranno applicate in tutti i Comuni della Regione sopra i 30.000 abitanti.

L’assessore alla mobilità sostenibile, Tiziana Benassi, ricorda che con l’introduzione delle limitazioni al traffico della prima domenica ecologica arriva anche “il potenziamento di alcune delle linee dell’autobus più utilizzate, oltre al biglietto unico giornaliero”.

Quindi dal 1 ottobre al 31 marzo, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, tutti i mezzi diesel fino all’Euro 3 (inclusi i veicoli commerciali), benzina fino all’Euro 1 e ciclomotori fino all’Euro 0, non potranno entrare all’interno dell’anello della tangenziale di Parma. Inoltre la prima domenica di ogni mese sarà “ecologica”. Sono inoltre previsti due livelli di allerta: il primo scatta dopo quattro giorni consecutivi di superamento del valore limiti di Pm10, il secondo dopo 10 giorni. Nel caso di superamento per 4 giorni consecutivi, le restrizioni alla circolazione scattano in modo automatico dal giorno successivo e a tutti i veicoli diesel Euro 4. A questo si aggiungono misure emergenziali aggiuntive che prevedono il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva <3 stelle; il divieto di spandimento dei liquami; la riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali) con esclusione degli ospedali, delle case di cura, delle scuole e dei luoghi che ospitano attività sportive; potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti sulla base delle limitazioni della circolazione in vigore; divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc…); divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli.

Dopo 10 giorni consecutivi di sforamenti il divieto di utilizzo di biomasse per il riscaldamento domestico viene esteso agli impianti con classe di prestazione emissiva <4 stelle. Tutte le misure emergenziali restano in vigore fino al primo giorno di aggiornamento del bollettino Arpae e sono prorogate se i livelli rimangono superiori alla soglia.

Domenica 1 ottobre ci sarà dunque la prima domenica ecologica con stop ai mezzi inquinanti entro l’anello delle tangenziali e agevolazioni per il trasporto pubblico locale. Le limitazioni al traffico sono previste entro l’anello delle tangenziali. Le auto potranno raggiungere i parcheggi scambiatori: via Emilia Ovest, via Traversetolo-Esselunga, Cavagnari , Palasport (compresi nell’area interdetta), oltre ai già fruibili parcheggi scambiatori Nord, Est e Sud, il parcheggio di strada dei Mercati e quello di via Mantova-via Scola. Sarà anche utilizzabile il parcheggio Toschi, raggiungibile solo percorrendo viale Europa, via IV Novembre in entrata, viale Toschi e viale Bottego in uscita e Park Stazione FS via Villa Sant’Angelo. Sarà raggiungibile il parcheggio  dell’Ospedale Maggiore di Via Volturno, Via Abbeveratoia, mediante itinerario indicato nel testo del provvedimento.

Possono circolare domenica gli autoveicoli alimentati a benzina omologati Euro 2 o superiori; autoveicoli con alimentazione diesel omologati Euro 4 o superiori. Gli autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida e gas metano o GPL; gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car pooling) ciclomotori e motocicli omologati Euro 1 o superiori; inoltre veicoli derogati in ordinanza quali ad esempio, famiglie con una fascia Isee inferiore a 14.000 euro; veicoli diretti agli alberghi, i veicoli di persone che svolgono attività di tipo sanitario, i mezzi che trasportano prodotti deperibili, i mezzi con a bordo portatori di handicap, e tutti gli altri veicoli espressamente indicati nell’ordinanza pubblicata integralmente sul sito del Comune di Parma.

In caso d’inosservanza dei provvedimenti è prevista la sanzione amministrativa di 168 euro, con la possibilità di beneficiare di una riduzione della multa pari al 30% pagandola entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale.

Nella giornata di domenica si potrà viaggiare in autobus obliterando solo un biglietto per l’intera giornata, al costo giornaliero di 1,20 euro (se si utilizza il biglietto singolo) o di 1 euro (se si utilizza il biglietto multi-corse). Potenziamenti delle corse bus delle linee urbane, in particolare le linee 2, 3, 5 e 7, con il raddoppio delle corse da 30 minuti a 15 minuti.

PROGETTO “ECOLOGISTICS”: AGGIORNATE MODALITÀ D’ACCESSO AL CENTRO STORICO

Sono state aggiornate, con apposita ordinanza, le modalità di accesso e sosta in centro storico nell’ambito del progetto “Ecologistics”, relativo alla regolamentazione del trasporto merci, per quanto riguarda i requisiti di accreditamento dei veicoli immatricolati come autocarri.

Dal 1 ottobre, quindi, cambierà qualcosa nell’area compresa all’interno dei viali di circonvallazione, ovvero Viale dei Mille, viale Pasini, viale Piacenza, ponte delle Nazioni, viale Bottego, viale Fratti, viale Tanara, viale Mentana, via P.M.Rossi, viale Martiri della Libertà, viale Berenini, ponte Italia, viale Caprera.

Per i veicoli accreditati in base al progetto “Ecologistics” (muniti di specifico permesso) istituzione dei seguenti orari per il carico e scarico merci:

NELLE ZONE CON SOSTA A PAGAMENTO E NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO (eccetto via Mazzini):

dalle 6 alle 22 con disco orario max 30 minuti

IN ISOLA AMBIENTALE

dalle 7 alle 10:30 e dalle 15 alle 15:30 con disco orario max 30 minuti

IN VIA MAZZINI:

dalle 7 alle 10:30, dalle 14:30 alle 16:30, dalle 19:30 alle 20:30 con disco orario max 30 minuti

Ovviamente c’è anche l’istituzione del divieto di circolazione per i veicoli immatricolati come autocarri adibiti al carico e scarico merci non accreditati, o che, comunque, circolino non rispettando i requisiti previsti per l’accreditamento, in base al progetto “Ecologistics”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: