Parma-Poggio di Berceto, nel weekend antiche signore faranno rivivere la storia

Parma-Poggio di Berceto, nel weekend antiche signore faranno rivivere la storia

721
0
CONDIVIDI

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la Parma-Poggio di Berceto, manifestazione automobilistica di regolarità per auto storiche, in programma il prossimo 30 settembre e 1 ottobre. Come sottolineato da Gianfranco Bertei della Scuderia Parma Auto Storiche, gli iscritti quest’anno sono 95, mentre Massimiliano Tintori, presidente della Scuderia Ferrari Club di Parma, ha ricordato che la Parma – Poggio di Berceto quest’anno rende omaggio ai 70 anni della Ferrari con il coinvolgimento di auto d’epoca della Ferrari. Alla partenza ne sono previste ben 23.

E’ del 28 settembre 1913 la prima Parma-Poggio di Berceto, inserita nei festeggiamenti per il Centenario Verdiano. . Da allora 15 edizioni di velocità, dal 1913 al 1955 e sei edizioni di velocità sul tratto Fornovo-Monte Cassio, dal 1962 al 1975. Gare con le quali si sono cimentati piloti di fama internazionale quali Giuseppe Campari, Antonio Ascari, Luigi Villoresi ed Enzo Ferrari che nel 1919..

Il vicesindaco Marco Bosi ha rimarcato l’importanza di una manifestazione che vanta una tradizione prestigiosa ed è tra quelle più interessanti a livello provinciale.Lo stesso Bosi parteciperà alla gara con il consigliere Davide Graziani.

Il programma della manifestazione prevede per sabato 30 settembre dalle 8.30 alle 12.30, alla Rocca di Sala Baganza, e domenica 1 in piazza Duomo a Parma, le verifiche sportive e le verifiche tecniche. La partenza del 1° concorrente è invece fissata per domenica 1 ottobre alle 9.31 dal Teatro Regio di Parma, poi le altre scaglionate di 30 secondi. Per le 13.30 è previsto l’arrivo del 1° concorrente: al Ristorante Corte di Giarola, a Collecchio, dove dalle 16 si svolgeranno anche le premiazioni.

Il percorso porterà i piloti da Parma verso Collecchio, Sala Baganza, Boschi di Carrega, Talignano, Gaiano, Fornovo di Taro, Terenzo Cassio, Berceto, Cassio, Terenzo, Fornovo di Taro, Gaiano, Boschi di Carrega e ritorno a Collecchio. Dopo un percorso lungo in totale di km 140 e condito da 52 prove speciali parzialmente concatenate.

Nessun commetno

Lascia una risposta: