Fa finta di dormire con i ladri in camera, arrestato ladro acrobata...

Fa finta di dormire con i ladri in camera, arrestato ladro acrobata residente a Sorbolo

1042
0
CONDIVIDI

Fa finta di dormire per paura della reazione dei ladri che sono nella sua camera da letto, ma un vicino vede tutto e chiede aiuto ai Carabinieri. Erano in tre, ma due sono riusciti a scappare. In manette è finito soltanto il 32enne albanese Reci Xhelil, residente a Sorbolo. Teatro dell’ennesimo colpo messo a segno dalla banda di ladri acrobati, per i quali i piani alti non sono affatto un tabù, un appartamento di via Aleardi a Reggio Emilia.

La padrona di casa, avendo intuito la presenza dei ladri, ha finto di dormire per evitare di subire violenze. Un vicino verso le 22 ha subito telefonato al 112 e due gazzelle sono arrivate in pochi istanti. I militari hanno notato due uomini che si sono subito dati alla fuga, mentre una terza persona, che stava per calarsi dalla grondaia, si era nascosta nell’appartamento.

Ed è stato proprio lo stesso ladro, quando i Carabinieri sono arrivati al piano, ad aprire loro la porta mentre la padrona di casa si era barricata in camera da letto terrorizzata. L’uomo che ha aperto ai militari era proprio Reci Xhelil, che è stato quindi arrestato per furto aggravato e continuato in abitazione e ricettazione dell’auto rubata in concorso con gli altri due complici. I Carabinieri hanno infatti recuperato anche l’auto con cui i ladri erano arrivati in via Aleardi, risultata rubata il 2 agosto scorso in provincia di Cremona. All’interno anche numerosi arnesi da scasso, sequestrati dai Carabinieri.

Ma i militari hanno anche raccolto le impronte digitali presenti sulla vettura per inviarle ai Ris di Parma con la speranza che appartengano a persone già schedate.

Nessun commetno

Lascia una risposta: