Zebre Rugby pronte allo scacco matto ai Southern Kings dell’ex Van Schalkwyk

Zebre Rugby pronte allo scacco matto ai Southern Kings dell’ex Van Schalkwyk

796
0
CONDIVIDI
Carlo Canna

A Port Elizabeth sarà battaglia per le Zebre Rugby ancora a caccia del primo successo in Guinness Pro14 e i Southern Kings dell’ex bianconero Andries Van Schalkwyk, leader per numero di presenze ufficiali nel XV del Nord Ovest, ben 94, al pari del pilone Andrea De Marchi. Se quest’ultimo – che parte a disposizione – scenderà in campo al Nelson Mandela Bay, diventerà quindi il bianconero più presente della storia delle Zebre. Alla quarta di campionato i Southern Kings sono ancora al palo in classifica e sicuramente puntano sulla gara interna per centrare la prima vittoria della stagione. Mentre le Zebre di coach Michael Bradley, penalizzate da due gialli (almeno uno eccessivo) nella partita con i Cheetahs persa 54 a 39, hanno messo in carniere il bonus (5 le mete segnate).

Per capitan Tommaso Castello e compagni, dunque, domani sera alle 19.35, un’occasione da non perdere quella che passa per Port Elizabeth, dove la franchigia di base a Parma si è allenata per tutta la settimana. Al termine della rifinitura, lo staff tecnico ha quindi deciso di puntare su una squadra solida, con soli 4 cambi rispetto alla scorsa settimana. Ben 13 sono gli atleti in odor d’azzurro e di questi 6 escono fuori dall’Accademia nazionale “Ivan Francescato”. Michael Bradley ha deciso in particolare tre cambi nel reparto dei trequarti e uno negli avanti, col pilone destro Tenga alla prima da titolare.

In particolare ad estremo torna titolare Minozzi, assente nelle ultime due sfide per infortunio, mentre sulle ali agiranno Bellini Bisegni, entrambi in meta sabato contro i Cheetahs. A centri partiranno dal primo minuto capitan Castello e Boni, assente nell’ultima gara sudafricana. Confermata invece la mediana con i due azzurri Violi e Canna.

Nel pacchetto di mischia in prima linea sono confermati il pilone Lovotti e il tallonatore Fabiani con il beneventano Tenga alla prima da titolare con le Zebre Rugby. In seconda linea fiducia alla coppia formata da Biagi – 50 presenze nel Guinness Pro14 in bianconero per l’italo-scozzese – e dall’inglese Sisi. Confermata totalmente anche la terza linea scesa in campo al Toyota Stadium: ai fianchi del numero 8 Giammarioli giocheranno il sudafricano Meyer e Licata, permit player tesserato con le Fiamme Oro in Eccellenza.

In panchina prima convocazione in Sudafrica per la terza linea Jacopo Sarto, rimasto in tribuna sabato scorso contro i Cheetahs.

Sul fronte opposto, coach Deon Davids opera un solo cambio nel XV che ha ceduto per 10 a 31 la scorsa settimana al cospetto del Leinster. Ovvero Pieter Steyn De Wet all’apertura al posto di Kurt Coleman infortunato.

L’head coach Davids ha assicurato che i suoi non hanno sottovalutato le Zebre e contano molto su Dries van Schalkwyk – chierato a 5 – anche per comprendere ciò che i bianconeri si diranno in campo in italiano. “Penso che Zebre hanno giocato un buon rugby contro i Cheetahs e probabilmente avrebbero potuto vincere quella partita – ha detto Deon Davis -. Dobbiamo assicurarci che domani siamo sul pezzo e non abbiamo una situazione in cui giochiamo un rugby completamente diverso tra il primo e il secondo tempo. È il momento di giocare un rugby di buona qualità per 80 minuti“.

SOUTHERN KINGS – ZEBRERUGBY CLUB
Sabato 23 settembre h. 19.35 – Nelson Mandela Bay di Port Elizabeth

Southern Kings: 15 Masixole Banda, 14 Yaw Penxe, 13 Berton Klaasen, 12 Luzuko Vulindlu, 11 Sibusiso Sithole, 10 Pieter-Steyn de Wet, 9 Rudi van Rooyen, 8 Andisa Ntsila, 7 Victor Sekekete, 6 Khaya Majola, 5 Dries van Schalkwyk, 4 Stephan Greeff, 3 Luvuyo Pupuma, 2 Micheal Willemse (cap), 1 Schalk Ferreira. A disposizione: 16 Stephan Coetzee, 17 Rossouw de Klerk, 18 Martin Dreyer, 19 Bobby de Wee, 20 Freddy Ngoza, 21 Godlen Masimla, 22 Oliver Zono, 23 Jacques Nel. All. Deon Davids

Zebre Rugby Club: 15 Matteo Minozzi, 14 Giulio Bisegni, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello (cap), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Renato Giammarioli, 7 Giovanni Licata, 6 Johan Meyer, 5 George Biagi, 4 David Sisi, 3 Roberto Tenga, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti. A disposizione: 16 Sami Panico, 17 Andrea De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 Jacopo Sarto, 20 Derick Minnie, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Serafin Bordoli, 23 Ciaran Gaffney. All. Michael Bradley

 

Arbitro: Sean Gallagher (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Andrew Brace (Irish Rugby Football Union) e Quinten Immelman (South Africa Rugby Union)

TMO: Marius Jonker (South Africa Rugby Union)

La gara sarà messa in onda in diretta in streaming su Eurosport Player in Italia.

Nessun commetno

Lascia una risposta: