Si è spento Gino Pepèn Ferrari, sabato l’addio al maestro del panino

Si è spento Gino Pepèn Ferrari, sabato l’addio al maestro del panino

2693
0
CONDIVIDI

Il panino a Parma è Pepèn e Pepèn è e resterà per sempre Gino Ferrari. Per mezzo secolo, nell’affollata bottega di borgo Sant’Ambrogio, Gino Ferrari ha preparato panini diventati ben presto un’icona, come lo “Spaccabile”. Ma adesso, a 79 anni, dopo una breve malattia, Gino si è spento e Parma è in lutto.

Il funerale sarà celebrato domani, sabato 16 settembre, con partenza alle 9 dall’Ospedale Maggiore verso la chiesa delle Sante Stimmate di via Sbravati. Subito dopo il rito funebre, il corteo si sposterà al Tempio di Valera. Il Rosario per Gino Ferrari sarà recitato questa sera, venerdì, sempre nella chiesta delle Stimmate, con inizio alle 20.30.

Ferrari ha iniziato a lavorare nella paninoteca come dipendente di Giuseppe Clerici – Pepen – il 15 agosto del 1955. Già dopo pochi anni, nel 1962, ha però rilevato l’attività insieme al socio Renzo Ferri ed è sempre rimasto dietro il bancone a sfornar panini fino al 2007, quando si è ritirato per dedicarsi un po’ ai suoi hobby. Ma non mancava mai nel fine settimana per dare una mano al figlio Stefano che ha preso in mano le redini di Pepèn.

“Gino una persona estremamente cordiale e simpatica mancherà a voi e ai parmigiani”, si legge tra i tanti messaggi lasciati sulla pagina facebook del locale.

Nessun commetno

Lascia una risposta: