Primavera 2: Brescia-Parma, arruolato anche Scavone. Iori: “Dobbiamo giocare alti”

Primavera 2: Brescia-Parma, arruolato anche Scavone. Iori: “Dobbiamo giocare alti”

661
0
CONDIVIDI

Non sarà proprio la stessa cosa, ma per il Parma Calcio quella di domani può avere tutto il gusto di una rivincita. Dopo la sconfitta di misura subita domenica scorsa al Tardini dai crociati senior da parte del Brescia, domani, sabato 16 settembre, ecco che la Primavera crociata sarà ospite proprio del Brescia per la seconda giornata del campionato di categoria. Il fischio d’inizio, al campo sportivo di Molinetto di Mazzano, è fissato per le 15. Entrambe le formazioni hanno al momento un punto in classifica: i Crociati, all’esordio, avevano pareggiato in casa col Carpi 0-0, il Brescia, invece, aveva imposto fuori casa il 3-3 all’Entella.

Non sarà una partita facile per i ragazzi di mister Cristian Iori ancora non al top della condizione, ma il tecnico potrà contare tra i convocati anche su un “certo” Manuel Scavone.

Oggi abbiamo la rifinitura ed è oggetto di studio l’allenamento: in settimana abbiamo visto la scorsa partita del Brescia, oggi faremo una riflessione con i ragazzi, dando un’occhiata, come immagino abbiano fatto loro con noi, alle contromisure per metterli in difficoltà. Il loro sistema di gioco è un 3-5-2, si tratta di una squadra di qualità perché ha fatto un risultato importante fuori casa, 3-3 con l’Entella che reputiamo tutti una squadra importante, hanno delle individualità interessanti, vedremo come andrà. Per noi è la prima partita fuori casa con i tre punti in palio: cercheremo di fare bene“, ha sottolineato mister Iori.

Il nostro leit motiv – ha poi proseguito il tecnico della Primavera crociata – è essere propositivi, quindi cercheremo di fare noi la partita andandoli a prendere alti. Abbiamo cercato alcuni soluzioni che prevedono l’arrivo a centrocampo di calciatori di altri reparti per recuperare la parità numerica in mezzo, però mantenendo sempre la nostra identità. I quattro attaccanti schierati contro il Carpi? E’ stato un tentativo nell’ultima parte della partita per cercare di fare risultato pieno, in quanto il nostro obiettivo, in casa o fuori, è quello di vincere: secondo me contro il Carpi c’erano le possibilità, mantenendo un equilibrio sostenibile, e così abbiamo mandato in campo, nel finale, tutti gli attaccanti possibili per cercare di fare gol e vincere la partita. Vedremo domani, in corso d’opera, se avremo ancora la necessità di fare questo, o, se saremo in vantaggio, negli ultimi 10 minuti toglierli tutti per mettere su altri quattro difensori... Scherzo: la nostra filosofia è quella di mantenere la nostra identità, magari trovando delle contromisure a seconda di chi abbiamo di fronte. Sprovveduti mai…”.

Per domani dovremmo essere al completo: adesso capiremo con i dottori e fisioterapisti se qualcuno che ha lavorato con noi in settimana, facendo quasi tutto, e in parte in modo differenziato, possa essere disponibile o meno – ha quindi annunciato Cristian Iori -. Comunque Rao e Di Stefano, che non erano disponibili sabato scorso, stanno abbastanza bene, ma vedremo dopo la rifinitura se potremo portarli a Brescia o meno. Noi, come staff, abbiamo cercato di fare capire ai ragazzi che quelli di sabato scorso sono stati più due punti persi che un punto guadagnato, anche se alla vigilia, non lo avremmo disdegnato visto che eravamo reduci da un periodo con risultati piuttosto pesanti raccolti in partite molto impegnative e con tutte le incognite dell’inizio campionato, ancor di più per noi che è la prima volta che partecipiamo a questa competizione dopo tre anni. Nel nostro gruppo ci sono ragazzi di Parma e dintorni che due anni fa giocavano nella Juniores Nazionale e nell’arco di due anni si trovano a fare una Primavera, quindi è stato un bel salto. Comunque sabato scorso abbiamo fatto una prestazione importante, sicuramente positiva, ma dobbiamo ancora migliorare e questo ve lo ripeterò tutto l’anno perché l’idea è quella di provare a migliorare giorno per giorno e tutti i giorni. In questa stagione noi cercheremo di giocarcela con ogni squadra a priori anche se, a livello di ingaggio iniziale, potrebbero esserci altri club che ambiscono alla Promozione in Primavera 1, tipo l’Entella, che negli anni scorso ha sempre fatto delle ottime squadre, e l’Empoli, che hanno qualcosa in più, però il calcio è bello perché è vario, soprattutto a livello di Settore Giovanile e quindi ogni anno bisogna giocarsela. Noi cerchiamo di badare a noi stessi e di fare bene: non ci poniamo nessun limite, ma non ci poniamo ansia da risultato perché nessuno ci ha chiesto di esser promossi in Primavera 1, ma è chiaro che se ci dovessimo trovare in un determinato momento dell’anno a giocarci questo obiettivo, daremmo tutto noi stessi per raggiungerlo”.

I CONVOCATI: C’E’ MANUEL SCAVONE

Al termine della seduta pomeridiana di rifinitura mister Cristian Iori ha diramato l’elenco dei 22 convocati per la partita Brescia-Parma.

Portieri: Adorni Federico, Corvi Edoardo

Difensori: Calegari Julian, De Meio Vincenzo, Di Maggio Andrea, Dodi Simone, Oberrauch Nicholas, Santovito Riccardo, Vecchi Lorenzo,

Centrocampisti: Bachis Federico, Binini Michele, Carniato Andrea, Cissè Moussa Amba, Mora Alessandro, Seck Ndiaga, Scavone Manuel

Attaccanti: Alagna Fabio, Hamza Garni, Ingegnoso Rosario, Longo Sebastiano, Mastaj Davide, Zamble Bi Denson

Nessun commetno

Lascia una risposta: