Blitz Municipale e Ausl: chiuso negozio di barriera Garibaldi, sangue tra i...

Blitz Municipale e Ausl: chiuso negozio di barriera Garibaldi, sangue tra i congelati di un esercizio etnico in via Palermo

834
0
CONDIVIDI

Sporcizia, attrezzature mal funzionanti e persino alimenti in cattivo stato di conservazione con presenza di evidenti grumi di sangue. C’è di tutto nei verbali redatti oggi dagli agenti del Reparto Polizia annonaria della Polizia municipale che hanno operato in sinergia con i tecnici del Sian (Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) dell’Ausl di Parma.

Gli agenti sono entrati in azione in due attività artigianali alimentari nella zona di barriera Garibaldi. Accertate violazioni amministrative da parte della Polizia municipale, come la non corretta esposizione dei prezzi, la mancanza del cartello di divieto di fumo e la mancata accensione della cappa durante la cottura di alimenti, mentre i tecnici del Sian hanno contestato le violazioni delle norme igieniche sanitarie, quali la carenza di pulizia nell’area di produzione e vendita al pubblico, l’insufficiente manutenzione delle attrezzature (guarnizioni dei frigoriferi usurate e/o rotte – congelatore con coperchio con superficie distaccata), un servizio igienico a disposizione dell’operatore non funzionante (requisito igienico sanitario essenziale per esercitare), che ha comportato la diffida immediata a proseguire l’attività. Il locale, chiuso nell’immediato, rimarrà a saracinesca abbassata sino al completo ripristino del servizio igienico.

Un altro servizio congiunto ha visto l’ispezione di un negozio etnico in via Palermo, durante il quale sono stati identificati 10 avventori stranieri di cui 2 non regolari sul territorio. Nello stesso locale sono stati sequestrati prodotti alimentari privi di etichettatura e prodotti scaduti, mentre il Sian ha posto i sigilli ad un congelatore sovraccarico di alimenti da mantenere a temperatura di congelazione – 18° che, al contrario, risultavano scongelati, non identificati o in cattivo stato di conservazione con presenza all’interno di grumi di sangue. I risultati dell’attività di controllo potranno dare origine a successivi provvedimenti da parte degli uffici del settore Commercio del Comune, che possono arrivare anche alla chiusura dell’esercizio.

Si tratta di un ottimo lavoro che il Reparto di Polizia Annonaria Amministrativa sta portando avanti attraverso numerosi controlli finalizzati al rispetto delle norme igienico-sanitarie di cibi e bevande nei punti vendita – ha detto l’assessore alla Sicurezza Cristiano Casa –. Si tratta di una attività prioritaria per l’Amministrazione Comunale che verrà portata avanti con determinazione e impegno anche nelle prossime settimane, nella consapevolezza che si tratti di operazioni non solo a tutela della salute dei cittadini, ma anche di presidio e controllo del territorio“.

Nessun commetno

Lascia una risposta: