Primavera 2, il Parma esordisce con il Carpi. Iori: “Ancora molto da...

Primavera 2, il Parma esordisce con il Carpi. Iori: “Ancora molto da fare”. I convocati

855
0
CONDIVIDI

Prende il via subito con un derby importante la stagione della Primavera del Parma, che da domani, sabato 9 settembre, farà sul serio. Inizia il campionato Primavera 2 e a Collecchio arriveranno i ragazzi del Carpi. Il fischio d’inizio della prima di campionato è fissato per le 15. Si giocherà sul campo centrale del Settore Giovanile al Centro sportivo di Collecchio (ingresso da Via Spinelli). E sarà un banco di prova importante per la squadra di mister Cristian Iori, protagonista di un avvio tentennante in questa fase di preparazione.

Mister Cristian Iori alla vigilia del match mette tutti sull’avviso: non sarà una passeggiata. C’è ancora molta strada da fare per costruire un gruppo che ha però delle importanti potenzialità al suo interno.

Speriamo che sia una positiva stagione di crescita: è la prima esperienza per questi ragazzi e per la società che è nuova. Dopo il fallimento di qualche anno fa ci si riaffaccia in un campionato importantissimo con qualche punto di domanda, perché probabilmente una vera risposta su cosa possiamo aspettarci non la sappiamo neanche noi. Magari dopo sabato potremo avere qualche riferimento in più e nel giro di un mese potremo avere più elementi per dare una risposta concreta alla domanda su che tipo di stagione ci aspettiamo. In questa fase di preparazione abbiamo svolto un grande lavoro, nel senso che abbiamo fatto molte cose e il gruppo e tutto lo staff ci ha seguito, quindi siamo molto contenti del lavoro svolto, anche se è chiaro che dobbiamo continuare perché la stagione è molto lunga, siamo appena all’inizio e sarebbe assolutamente sbagliato, in questo momento, accontentarsi o fermarsi”.

Il Carpi è una realtà consolidata: sono due o tre anni che fa questo Campionato e di conseguenza avrà un po’ più di esperienza dei nostri ragazzi. Lo possiamo considerare un derby, perché sono a pochi chilometri da noi ed iniziare con tante incognite come già è la prima di campionato e aggiungere un derby, sarà un impegno per tutti quanti noi importante. Abbiamo qualcuno reduce da infortunio, per cui su questi ragazzi non possiamo fare affidamento: la formazione cominceremo a definirla oggi, assieme a tutto lo staff, perché domani dovremo essere pronti tutti quanti. Il nostro sistema di gioco? Già all’inizio della stagione, assieme alla Società e al direttore Piazzi, abbiamo cominciato a mettere dei paletti sui quali ci dobbiamo poggiare, nel senso che la prima squadra ha un sistema di gioco che è il 4-3-3, di conseguenza anche per il progetto del Settore Giovanile questo è il leit motiv che ci accompagnerà tutto l’anno. Poi è chiaro che durante tutta la stagione il campo è quello che parla, per cui gli adattamenti in corsa dovranno essere fatti, presi e considerati”.

In questo precampionato noi abbiamo cercato di aggredire addirittura delle squadre che ci hanno dato cinque gol, quando magari un allenatore diverso da noi avrebbe fatto un passo indietro per evitare di subirli. Noi abbiamo questa idea, questa voglia, di proporre calcio e di conseguenza tante volte questo ti può portare a fare dei risultati numericamente penalizzanti. Poi è chiaro che con delle realtà più simili alla nostra possiamo cavarci delle soddisfazioni in più, perché qualcosa di più positivo si viene a creare. Ma proviamo ad andare oltre: la Primavera è sicuramente l’ultima squadra del Settore Giovanile, e c’è anche chi già non la considera più come Settore Giovanile: il nostro gruppo di lavoro, ad iniziare dal direttore Piazzi, vuole cercare di far crescere questi ragazzi. Il risultato è fondamentale, così come lo è per tutti e non ci nascondiamo dietro un dito; però per noi è importante è che se D’Aversa avesse bisogno di un ragazzo noi glielo dobbiamo mettere a disposizione sperando che possa dare il suo contributo. Dobbiamo staccarci dalla necessità nostra di portare a casa un risultato positivo, cosa che è fondamentale per poter fare morale, per poter fare gruppo, e per un discorso di classifica al quale teniamo, però ci sono degli altri obiettivi ancor più importanti, dei principi sui quali dobbiamo poggiare per l’intera stagione”.

Questa è la nostra prima stagione, poi dovranno arrivare gli Allievi e poi i Giovanissimi il secondo anno. Questo è il primo anno di inizio di un nuovo Parma nel settore giovanile e di conseguenza cercheremo nell’arco di tempo che ci è concesso, che non è tanto perché 10 mesi per una Primavera completamente nuova, visto che tanti quest’altro non faranno più parte di questa squadra, perché i 98 sono già fuori quota quest’anno, i 99 probabilmente usciranno e chi non avrà il contratto dovrà essere collocato in altre situazioni, in quel poco tempo che avremo, dicevo, cercheremo di fare quello che ci è stato chiesto e che insieme abbiamo concordato. Dopo un mese di lavoro è difficile fare il nome di un giocatore che possa emergere a livello di prima squadra e soprattutto sarebbe poco corretto nei confronti degli altri 20 non menzionati. Ieri la prima quadra ci ha chiesto otto ragazzi per andare di là a fare la partita, nonostante abbiano una rosa numericamente ricca: ma anzi, proprio per questo, avendo un certo numero di giocatori e non essendo tutti coinvolti nella partita di campionato, mister D’Aversa ha bisogno, per tenere tutto il gruppo della prima squadra allenato e pronto, di fare dei test match anche durante la settimana, e noi siamo a loro disposizione. Anche ieri sono andati sette o otto ragazzi che secondo me han fatto la loro parte, cioè essere disponibili a loro”.
I CONVOCATI PER PARMA-CARPI

Al termine della seduta pomeridiana di rifinitura mister Cristian Iori ha convocato 19 giocatori per la partita Parma-Carpi, gara d’esordio del Campionato Primavera 2. Lo staf tecnico non potrà contare sugli squalificati Binini Michele e De Meio Vincenzo, oltre sugli indisponibili Di Stefano Riccardo, Mora Alessandro e Rao Daniele.

Portieri: Adorni Federico, Corvi Edoardo

Difensori: Calegari Julian, Di Maggio Andrea, Dodi Simone, Oberrauch Nicholas, Santovito Riccardo, Vecchi Lorenzo

Centrocampisti: Bachis Federico, Carniato Andrea, Cissè Moussa Amba, Seck Ndiaga

Attaccanti: Alagna Fabio, Hamza Garni, Ingegnoso Rosario, Longo Sebastiano, Mastaj Davide, Messina Pasquale, Zamble Bi Denson

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: