Parma Calcio: pali e traverse fermano le ragazze di mister Bazzini

Parma Calcio: pali e traverse fermano le ragazze di mister Bazzini

938
0
CONDIVIDI

SENNA GLORIA-PARMA 2-1

Marcatori: 33′ Lombardi, 38′ st (rig.) e 40′ st Al. Pagani

SENNA GLORIA: Gianotti;  Zisa, Cervini; Pagani Angela, Di Fresco (dal 10′ st Macciotti), Grecchi; Pagani Francesca, Leo, Pea (dal 2′ st Zarate), Rossi (dal 2′ st Pagani Alessia), Sulo (dal 22′ st Bronzoni). A disposizione: Tivoli, Romagnosi  Cremonesi, Preda, Nuca

PARMA: Lusignani (dal 15′ st Turzillo); Berni (dal 1 st’ Pizzeria), Ngobi; Fontanesi, Casino (dal 1′ st Fontana), Lezoli (dal 1′ st Frati); Saccani (dal 1′ st Buonocore), Terzoni (dal 1′ st Alfieri), Boselli, Lombardi (dal 15′ st Bonomo), Minari (dal 18′ st’ Sartori). All. Bazzini

 

Nel calcio, a differenza della boxe, non si vince ai punti. Quindi pali e traverse non valgono, ma restano scolpite negli occhi di chi ha assistito alla prima uscita stagionale del Parma calcio femminile ospite del Senna Gloria. Una squadra che ha fatto di tutto, forse anche in maniera precipitosa, ma che esce amaramente sconfitta al termine di una buona gara.

Nel primo tempo si gioca in una sola metà campo, quella delle padrone di casa del Senna Gloria, formazione iscritta alla prossima serie D, nata dalla fusione di due squadre locali, con Terzoni e Boselli che vanno al tiro colpendo pali e traverse. Il Parma appare molto veloce sulle fasce laterali e ben concentrato in difesa, anche se Beatrice Lusignani – portiere eletta capitano – compie un paio di belle parate. Al 33′ Lombardi riceve da Terzoni entra in area e segna il primo gol con la maglia Crociata ribadendo in rete dopo la precedente respinta di Gianotti.

Nella ripresa girandola di sostituzioni e quando ormai il risultato sembrava definitivo ecco il micidiale uno-due lombardo: al 38′ Turzillo esce male su Alessia Pagani, che dal dischetto pareggia. Al 40′ il gol beffa: Pagani, non vista dall’arbitro, spinge Pizzera che rovina a terra scontrandosi con Turzillo in uscita, mentre la palla lentamente entra in porta… Al di là degli episodi finali, resta comunque buona la prestazione di tutte le Crociate.

L’allenatore Andrea Bazzini al termine della gara si mostra abbastanza soddisfatto per quanto visto sul terreno di gioco. Anche se rimane l’amaro in bocca per una sconfitta maturata in una manciata di minuti a poca distanza dal 90′.

Tutto sommato abbiamo fatto bene: delle cose ci sono riuscite meglio, altre meno, però in considerazione che sono sette giorni che ci alleniamo possiamo trarre delle considerazioni positive che ci fanno ben sperare per il futuro – ha detto il tecnico crociato -. Bisogna prendere ciò che di positivo hanno fatto: una decina di queste ragazze non aveva mai giocato assieme tra loro. Dobbiamo essere motivati e avere molta stima e considerazione delle nostre ragazze, per questo ho chiesto a loro di applaudirsi. Oggi i tre punti non erano in gioco, anche se noi scendiamo sempre in campo per raccogliere risultati positivi e per vincere possiamo accettare questa sconfitta, consapevoli di aver colto tre legni, di aver cambiato undici giocatrici, alcune di loro sono un po’ più indietro di preparazione, avendo fatto solo due giorni; tra di loro si conoscono poco. Direi che di attenuanti ce ne sono. E poi, l’episodio del gol preso nel finale è stato piuttosto casuale e fortuito: noi abbiamo perso in modo sciocco un pallone a centrocampo, si è innescata la loro ripartenza, noi non abbiamo scalato bene con le marcature, e in più non c’è stata la chiamata tra portiere e difensore che si sono scontrate, quest’ultima, peraltro, spinta da un avversario, ma l’arbitro era posizionato male e non ha visto e così la palla è finita in rete. Gli arbitri ci sono e sbagliano come noi… Ma stasera, torno a ripetere, abbiamo colpito tre pali, qualche buona azione corale la si è vista, anche con delle buone giocate. Teniamo presente che noi abbiamo diverse giocatrici quindicenni: avere delle quindicenni che si scontrano con delle ragazze già formate in età non è poco. E abbiamo avuto delle buone risposte…”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: