Guinness Pro14: Zebre Rugby Club a trazione italiana all’esordio con gli Ospreys

Guinness Pro14: Zebre Rugby Club a trazione italiana all’esordio con gli Ospreys

921
0
CONDIVIDI

La torrida estate segnata alla Cittadella del Rugby da fiumi di sudore e di incertezze è ormai alle spalle, i giocatori hanno sottoscritto i contratti con la nuova società tutta federale Zebre Rugby Club ed ora è arrivato il momento di fare sul serio. Comincia ufficialmente oggi il nuovo Guinness Pro 14 (Benetton Treviso travolta a Cork dal Munster per 34 a 3) e domani, sabato 2 settembre, con inizio alle 15.30 italiane, il XV del Nord Ovest affidato alle cure di coach Michael Bradley sarà già in campo a Swansea, in Galles, ospite al Liberty Stadium dei temibili Ospreys. Con un XV in cui figurano soltanto due stranieri, nel quale spicca anche l’esordio dal primo minuto di Giovanni Licata a numero 8, permit player delle Fiamme Oro, squadra allenata oggi dall’ex tecnico dei bianconeri Gianluca Guidi.

Prende così il via la nuova e rinnovata stagione del torneo continentale allargato a due franchigie sudafricane – Cheetahs e Southern Kings – con le 14 squadre suddivise in due gironi da sette. Nel girone A sono state inserite le Zebre con i sudafricani del Cheetahs, il Munster, Connacht, Glasgow Warriors, Cardiff Blues e appunto gli Ospreys. Nel girone B c’è il Benetton Treviso, con il quale quest’anno i bianconeri di Parma si affronteranno per ben tre volte.

Tornando all’esordio di domani, per le Zebre è la terza volta consecutiva che debuttano in Galles, terra dove Castello e compagni hanno colto un solo successo nelle precedenti cinque stagioni.

Tommaso Castello, capitano delle Zebre Rugby Club

Due i cambi decisi dal nuovo staff tecnico delle Zebre guidato dall’irlandese Michael Bradley rispetto al XV che venerdì scorso ha vinto a Treviso l’amichevole con la Benetton (0-7): Gabriele Di Giulio dal primo minuto al posto di Venditti – fermato dal colpo al volto che ha costretto l’ala azzurra a lasciare il campo dello Stadio Monigo per essere trasportato in ospedale – e maglia numero 8 per l’esordiente Giovanni Licata. Nel XV di partenza anche altri due esordienti: l’estremo padovano Minozzi e l’inglese Sisi in seconda linea. In panchina invece, pronto anch’esso al suo esordio nell’ex torneo celtico, ci sarà il milanese di origini bulgare Leonard Krumov: seconda linea giunta a Parma durante questa estate.

Non disponibili per la gara Luhandre Luus, Andrea Manici, Maxime Mbandà, Johan Meyer, Matteo Pratichetti, Riccardo Raffaele e Giovanbattista Venditti, tutti alle prese con infortuni vari.

OSPREYS – ZEBRE RUGBY CLUB
Sabato 2 settembre – h. 15.30 (italiane)

Ospreys: 15 Dan Evans, 14 Keelan Giles, 13 Ben John, 12 Cory Allen, 11 Jeff Hassler, 10 James Hook, 9 Tom Habberfield (Cap), 8 Dan Baker, 7 Justin Tipuric, 6 Olly Cracknell, 5 Rory Thornton, 4 Bradley Davies, 3 Ma’afu Fia, 2 Sam Parry, 1 Paul James. A disposizione: 16 Scott Otten, 17 Nicky Smith, 18 Rhodri Jones, 19 Lloyd Ashley, 20 James King, 21 Reuben Morgan-Williams, 22 Sam Davies, 23 Kieron Fonotia. All. Steve Tandy

Zebre Rugby Club: 15 Matteo Minozzi, 14 Giulio Bisegni, 13 Mattia Bellini, 12 Tommaso Castello (cap), 11 Gabriele Di Giulio, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Giovanni Licata, 7 Renato Giammarioli, 6 Derick Minnie, 5 George Biagi, 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti. A disposizione: 16 Tommaso D’Apice, 17 Andrea De Marchi, 18 Roberto Tenga, 19 Leonard Krumov, 20 Jacopo Sarto, 21 Guglielmo Palazzani,  22 Tommaso Boni, 23 Ciaran Gaffney. All. Michael Bradley

Arbitro: Quinton Immelman (South African Rugby Union)

Assistenti: Stuart Berry (South African Rugby Union) e Robert Price (Welsh Rugby Union)

Nessun commetno

Lascia una risposta: