2-3 Settembre – Festa di Liberazione a Baganzola

2-3 Settembre – Festa di Liberazione a Baganzola

1042
0
CONDIVIDI

Due serate tra politica, musica, incontri, bancarelle, libri, mostre e cucina popolare. Promossa da Rifondazione Comunista, torna la Festa di Liberazione al campo sportivo di Baganzola. Si comincerà sabato 2 settembre alle 18 con un incontro sul tema “Aeroporto cargo e mega centro commerciale. Quale futuro per Baganzola?” per analizzare quali ricadute ambientali e sociali avranno questi due progetti sul territorio. Alle 20.45 si terrà il comizio di Nando Mainardi della Direzione nazionale del Partito della Rifondazione Comunista, seguito, dalle 21.15, dal concerto de “I Noalter” che presenteranno i brani dell’ultimo album “T.R.E.”, alcuni classici del loro repertorio ed una manciata di brani della Resistenza già proposti nello spettacolo “Materiale Resistente”.

Alle 22, infine, Gang in concerto, band storica del rock italiano nata all’inizio degli anni ’80, con 13 album all’attivo, eredi italiani delle sonorità del periodo punk londinese, presenteranno, insieme ai loro brani più famosi, il loro ultimo album, “Calibro 77”.

Domenica 3 settembre, alle 18, l’incontro pubblico sul tema “Lavorare meno, lavorare tutti”, al quale interverranno Claudia Candeloro, portavoce nazionale Giovani Comunisti, Massimo Bussandri, segretario generale Cgil Parma, Carlo Rasmi, coordinatore USB Parma, e Roberta Fantozzi, segreteria nazionale di Rifondazione Comunista. Nel mirino “la restaurazione neoliberista” che ha colpito duramente i lavoratori e la lotta contro precarietà e disoccupazione. Il confronto parte dalla proposta di legge regionale presentata dal consigliere dell’Altra Emilia-Romagna Piergiovanni Alleva che propone di riassorbire la disoccupazione attraverso contratti di solidarietà espansiva.

Alle 21 spazio al divertimento con lo spettacolo danzante a cura di Terra di Danza, compagnia e centro di cultura della danza con sede a Reggio Emilia.

Nessun commetno

Lascia una risposta: