Primo semestre 2017: incidenti stradali in calo (-10,6%), ma più morti nel...

Primo semestre 2017: incidenti stradali in calo (-10,6%), ma più morti nel parmense. Si moltiplicano indisciplinati e ubriachi alla guida

854
0
CONDIVIDI

Cala il numero degli incidenti complessivi, ma cresce quello dei sinistri in cui si sono registrate vittime. Questa la fotografia scattata a metà del 2017 dall’Osservatorio sulla sicurezza stradale della Prefettura di Parma, messa al confronto con i dati dei primi sei mesi dello scorso anno. Ma il quadro che ne esce è davvero a tinte fosche, con automobilisti sempre più indisciplinati al volante.

Al 30 giugno scorso il numero degli incidenti rilevati nel 2017 è risultato pari a 1.238, in calo del 10,61% rispetto allo stesso periodo del 2016, quando ne erano stati contati 1.385. Giù anche il numero dei sinistri con feriti – 629 contro i 671 dei primi sei mesi dello scorso anno – ma quasi raddoppia il numero degli scontri che hanno avuto esito fatale per le persone coinvolte: 17 nell’anno in corso, 10 nella prima metà del 2016.

Soltanto a giugno 2017 gli incidenti rilevati sono stati 175, di cui 82 con soli danni a cose, 90 con feriti e 3 con esito mortale. Le violazioni contestate sono state 8.545, con 53 patenti ritirate e 55 veicoli sequestrati. Sono 2.654 le persone controllate perché sospettate di essere ubriache al volante, di cui 19 con esito positivo. Sono state 182, invece, le persone controllate per l’assunzione di droga, di cui 5 con esito positivo. Le patenti sospese sono state: 10 a seguito di incidenti stradali con feriti, 2 per velocità non commisurata ai limiti imposti, 27 per guida in stato di ebrezza alcoolica e 2 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Tornando però al confronto fra il primo semestre del 2017 e quello del 2016, si nota subito che i comportamenti al volante sono peggiorati. Per quanto concerne le violazioni al codice contestate, si è passati dalle 17.200 di un anno fa alle attuali 71.180. Una crescita esponenziale che non lascia spazi all’interpretazione. Così come il numero delle patenti ritirate, passate dalle 281 al 30 giugno 2016 alle 366 della stessa data del 2017, di cui 119 per incidenti con feriti (104 un anno fa), 8 per eccesso di velocità (44 al 30 giugno 2016), 224 per ubriachezza (142 nel periodo precedente) e 29 per guida sotto l’effetto di stupefacenti (18 un anno fa).

Cresce anche il numero delle persone trovate alla guida e risultate positive all’alcoltest e al consumo di stupefacenti. Al 30 giugno scorso erano rispettivamente 187 e 23. Alla stessa data del 2016 erano 125 positivi all’alcol e 19 alle droghe.

Nessun commetno

Lascia una risposta: