Traversetolo: minaccia suicidio per fermare lo sfratto, albanese espulso dall’Italia

Traversetolo: minaccia suicidio per fermare lo sfratto, albanese espulso dall’Italia

1475
0
CONDIVIDI

Era clandestino e senza lavoro: è stato imbarcato su un volo per Tirana. Tre giorni fa  l’uomo di origini albanesi, aveva minacciato di tagliarsi la gola per impedire lo sfratto. Ma lui in quella casa non avrebbe dovuto esserci. È accaduto in una palazzina Acer di Traversetolo, dove ufficialmente l’ufficiale giudiziario doveva trovarsi di fronte soltanto la compagna e i due figli minori dell’uomo. Lui, già noto ai Carabinieri per episodi di violenza domestica, era stato infatti allontanato da casa proprio per questa pericolosità.

Il tentativo inscenato dall’uomo aveva terrorizzato compagna e figli, oltre a fermare l’ufficiale. Ma l’intervento dei Carabinieri è bastato a riportare la calma e lo sfratto è stato eseguito come da programma. La donna è i suoi figli però sono stati presi in carico dai Servizi sociali che hanno già trovato loro una sistemazione alternativa.

Lo sfratto è stato eseguito perché la famiglia sembra non pagasse l’affitto da quattro anni. La donna aveva un sussidio Inps con il quale tirare avanti.  Dalle indagini effettuate è emerso che l’uomo non aveva lavoro e il suo permesso di soggiorno era scaduto. Questo ha avviato la procedura che ha portato ad un  decreto di espulsione emesso lunedì scorso dalla Prefettura.

I Carabinieri di Traversetolo hanno accompagnato l’uomo a Milano Malpensa  e lo hanno messo su un volo per Tirana. Non potrà rientrare in Italia  per almeno 5 anni .

Nessun commetno

Lascia una risposta: