La Polizia Pedemontana vigila su Lesignano de’ Bagni

La Polizia Pedemontana vigila su Lesignano de’ Bagni

1462
0
CONDIVIDI

Il comune dell’Unione Montana Appennino Parma Est ha affidato il controllo del territorio agli agenti di via Cerreto. L’accordo permetterà l’assunzione di un agente in più e amplierà il sistema di videosorveglianza

Unione Pedemontana Parmense e Unione Montana Appennino Parma Est hanno già unito in parte le forze per una maggiore efficienza e operatività delle rispettive polizie municipali, condividendo la gestione unificata dei verbali. Ma tra i Comuni della Montagna c’è già chi, a pochi mesi di distanza dall’entrata in vigore dell’accordo di collaborazione, ha deciso di compiere un altro, deciso passo verso la pianura.

Protagonista di questo avvicinamento è il Comune di Lesignano de’ Bagni che, rispetto ai suoi colleghi dell’Appennino (Langhirano, Neviano degli Arduini, Palanzano e Tizzano Val Parma), ha deciso di affidare agli agenti della Pedemontana i servizi che vanno dal controllo del territorio, sotto la regia della Centrale unica di Felino, alla gestione unificata della rete di videosorveglianza, che nella convenzione tra le due Unioni era di fatto stata rinviata ad uno step successivo, passando per il pronto intervento, la vigilanza durante le manifestazioni, le attività di controllo commerciale, di polizia amministrativa, di polizia giudiziaria e di supporto alle emergenze di Protezione civile.

Un accordo nel segno dell’operatività, a fronte del quale il Comune di Lesignano de’ Bagni porterà in dote 39.780 euro per il semestre da luglio a dicembre (considerato come una fase di rodaggio), i propri mezzi e le apparecchiature tecnologiche, fino ad oggi a disposizione del Corpo dell’Unione Montana insieme all’agente in forze al suo ufficio territoriale, che verrà temporaneamente assegnato alla Polizia dell’Unione Pedemontana. È inoltre prevista l’assunzione di un altro vigile, per complessive 36 ore settimanali ad un costo pari a 39.000 euro all’anno, che presterà servizio per 18 ore sul territorio della Pedemontana (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo), mentre le rimanenti 18 ore le passerà presidiando il comune di Lesignano de’ Bagni.

«Questo accordo, che amplia l’attività della Polizia Pedemontana, aggiunge un tassello importante alla collaborazione con l’Unione Montana Est – commenta il Sindaco di Felino e Presidente dell’Unione Pedemontana Parmense con delega alla Sicurezza Elisa Leoni –, in particolare con il Comune di Lesignano che, oltre a far parte dell’Unione Montana, è un comune confinante con noi. Questo accordo ci consentirà di allargare il nostro territorio di intervento con una migliore razionalizzazione del personale e ci permetterà di dotarci di un agente in più. E poter assumere personale di questi tempi non è cosa da poco».

Per il Sindaco di Lesignano de’ Bagni, Giorgio Cavatorta, «l’ottimizzazione dei servizi e il potenziamento del Corpo di Polizia Municipale, tenendo in considerazione la contiguità territoriale e quindi creare questa forma di “geometria variabile” tra le due Unioni, porterà sicuramente dei benefici a tutti. Oltre ad entrare a far parte di un Corpo di Polizia Municipale più ampio e strutturato – sottolinea il primo cittadino –, sarà possibile usufruire di un servizio importante come la centrale operativa di Felino, organizzata per funzionare 12 ore al giorno per sei giorni alla settimana. Servizio che può dare un supporto concreto alle richieste di aiuto che provengono dai cittadini nei momenti di difficoltà».

Nessun commetno

Lascia una risposta: