Il Prosciutto di Parma sposa il melone del Giappone

Il Prosciutto di Parma sposa il melone del Giappone

804
0
CONDIVIDI

Prosciutto di Parma e melone del Giappone. Parma Città Creativa per la Gastronomia Unesco sarà presente nei prossimi giorni in Giappone, alla terza edizione del “Melon Summit”, festival nazionale del melone, che si svolge nella città di Tsuruoka, dove ci saranno una cinquantina di produttori locali. La presenza di una delegazione di Parma è particolarmente prestigiosain quanto è stata voluta dallo stesso sindaco della città di Tsuruoka, che fa parte della rete delle Città Creative UNESCO per la Gastronomia, e rientra in un percorso di valorizzazione del brand Parma nel Paese del Sol Levante. Inoltre questo incontro fa seguito a quello avuto qui a Parma in maggio quando una delegazione giapponese di Tsuruoka incontrò i rappresentanti del Comune di Parma, il consorzio Parma Alimentare e la Camera di Commercio.

Il melone giapponese sarà, infatti, abbinato con il Prosciutto di Parma per creare un mix unico per palati raffinati. Si tratta di un incontro fra eccellenze, il melone della zona di Yubari è, infatti, inserito tra i 10 cibi più costosi al mondo. Della delegazione parmigiana faranno parte, oltre a rappresentanti del Comune, anche lo chef Simone Strinati del ristorante San Faustino di Fidenza che fa parte del consorzio Parma Quality Restaurant; Giacomo Banchini, produttore di cioccolato e gelati, dell’omonima cioccolateria, e, naturalmente, i rappresentanti locali del Consorzio del Prosciutto di Parma. Durante la permanenza al “Melon Summit” sono previste diverse iniziative: è in programma un evento presso il Food Market, il nuovo mercato della città di Tsuruoka dedicato al cibo, con 150 ospiti. Ci sarà la presentazione della città di Parma, con l’obiettivo di instaurare una partnership duratura; per questo il principale produttore di prosciutto di Tsuruoka, Obiya Ham, verrà invitato a partecipare all’edizione 2017 del festival del prosciutto di Parma.

In occasione del festival del melone sono attese 20.000 persone. E’ in programma anche una cena per promuovere il brand Parma con un menu parmigiano tra cui: savarin di riso con prosciutto, una rosa di “Parma” con filetto di maiale dello Shonai con cuore fondente di parmigiano e gelato al melone, preparato da Giacomo Banchini con meloni locali. La missione si concluderà lunedì 10 luglio, con la visita della delegazione parmigiana all’ambasciata italiana di Tokyo, dove sarà presentato il progetto Parma UNESCO City of Gastronomy.

Nessun commetno

Lascia una risposta: