Rugby Colorno: dal Viadana arriva il sudafricano Du Plessis

Rugby Colorno: dal Viadana arriva il sudafricano Du Plessis

954
0
CONDIVIDI

Al Rugby Colorno, digerito un finale di stagione poco fortunato, si ricomincia a fare sul serio. Confermata la guida tecnica nelle mani di coach Greg Sinclair si punta adesso a potenziare la squadra per affrontare ancora ai massimi livelli il campionato di serie A, puntando magari ancora una volta al salto di categoria per l’approdo in Eccellenza. Un sogno, questo, che negli ultimi anni si è frantumato sempre nelle ultime gare. Occorre quindi fare qualcosa in più per giocarsela alla pari con squadre dalle grandi ambizioni come ad esempio L’Aquila.

In questa ottica il primo arrivo in casa biancorossa è di grande qualità ed esperienza. Si tratta dell’ex capitano del Viadana, Christoffel Johannes Du Plessis, 28 anni, seconda/terza linea. Sudafricano ma in Italia ormai da 10 anni, ha iniziato la sua carriera nel Rugby Viadana, prendendo parte al campionato Under 20. Successivamente ha giocato per tre anni in Serie A ad Udine, per poi approdare di nuovo a Viadana, diventandone anche il capitano. Ed è reduce dalla vittoria di quest’anno contro il Patarò Calvisano in semifinale scudetto di Eccellenza.

Il progetto Rugby Colorno mi ha convinto fin da subito – ha rivelato Christoffel Johannes Du Plessis –. Avevo bisogno di un cambiamento nella mia vita. Conosco Greg da tanto tempo e so che il Rugby Colorno è un’ottima arena e un club molto serio. Da questo nuovo passo della mia carriera mi aspetto di ritrovare il divertimento del gioco del rugby, dato che l’ho perso. Sono contento della fiducia riposta nei miei confronti e farò certamente del mio meglio per raggiungere gli obiettivi prefissati. Penso che i giocatori con esperienza possano influenzare e migliorare i giovani promettenti, ma credo anche che la cosa più importante sia quello di essere un gruppo forte ed unito. È qui che si vince. Per me il gruppo non è formato solo dai giocatori, ma da tutta la società”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: