Omicidio Alessia Della Pia: Mohamed Jella verrà processato in Tunisia

Omicidio Alessia Della Pia: Mohamed Jella verrà processato in Tunisia

1736
0
CONDIVIDI

Sarà la Tunisia a processare Mohamed Jella, l’uomo che ha massacrato con una violenza inaudita, la compagna Alessia Della Pia, la donna uccisa il 6 dicembre 2015 nel suo appartamento  di via dei Bersaglieri.

E’ in un carcere tunisino da metà maggio dopo un anno e mezzo di attese, appelli  e rincorse. Un processo a Parma sarebbe impossibile, si fermerebbe subito dato che l’imputato per forza di cose dovrebbe essere presente e che l’estradizione è fuori discussione. La Convenzione tra Italia e Tunisia infatti prevede che i due Paesi non concedano l’estradizione ai propri cittadini ma che li perseguano in caso di crimini o omicidi, come  questo.

Le indagini, coordinate dal pm Andrea Bianchi, si sono chiuse nei mesi scorsi. I faldoni dei documenti e gli atti raccolti saranno perciò messi a disposizione delle autorità tunisine, nello specifico all’autorità giudiziaria locale. Questo per garantire un procedimento trasparente e senza sconti.

Almeno è quello che si augurano i genitori di Alessia,  che è stata ammazzata a  soli 39 anni, e che si è vista aggredita e messa in trappola da chi avrebbe dovuto proteggerla.

La loro paura,  come quella di tutti i parmigiani che si sono sentiti toccati da questa storia, è che il processo si risolva con pene leggere, e questo non deve accadere.

 

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: