La velocità della fibra arriva a Sala Baganza

La velocità della fibra arriva a Sala Baganza

1583
0
CONDIVIDI

 

Finalmente la connessione ultraveloce arriva anche a Sala Baganza. È stato presentato, nell’aula informatica della Scuola Elementare Athos Maestri, il progetto sostenuto dalla Regione Emilia Romagna insieme a Lepida Spa che ha consentito di dotare di banda ultralarga a 1Gbps (cioè 1 gigabit al secondo) le tre scuole di Sala Baganza (Infanzia, Primaria e Medie).

Durante l’incontro, al quale ha partecipato l’assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Donini, si è parlato delle novità  novità sull’estensione della fibra : nel 2020, tutti i cittadini avranno banda ultralarga ad almeno 30 Mbps e l’85% a 100 Mbps e verrà anche infrastrutturata la zona artigianale San Vitale Baganza. Risultano già collegati anche altri luoghi pubblici: Municipio, Casa della Salute, La Rocca con la biblioteca ed il Giardino. 

 

Un esempio virtuoso di lavoro di squadra, possibile grazie alla collaborazione con la Regione, con i tecnici e con l’Unione Pedemontana – ha commentato il sindaco del Comune di Sala Baganza Aldo Spina introducendo l’incontro -. Si tratta di un progetto innovativo, aver portato la rete in fibra ottica all’interno delle nostre scuole consentirà un’opportunità importante per lo sviluppo di una didattica interattiva e di progetti digitali.  In parallelo, sono stati già collegati altri luoghi: Municipio, la Casa della Salute, la Rocca con la biblioteca ed il Giardino”.

 

A rappresentare l’Unione Pedemontana, Gianluca Tesoriati del Servizio Informatico Associato che ha sottolineato il lavoro che già si svolge con Lepida con il data center regionale, al quale sono collegate 15 macchine, e la presenza dei 18 punti di accesso wi-fi sul territorio della Pedemontana (quattro a Sala Baganza).

 

La predisposizione della fibra ottica sarà realizzata da Lepida Spa, società partecipata dalla Regione, con la quale il Comune ha preso accordi nell’agosto 2016. “Il servizio internet all’interno della scuola è completamente gratuito e verrà garantito con un sistema di filtraggio per arginare i contenuti non idonei – ha spiegato Gianluca Mazzini direttore generale di Lepida Spa –, si potrà in questo senso decidere di autenticare i servizi o anche profilarli”.

 

Dal punto di vista tecnico, l’estensione della fibra a Sala Baganza non ha ostacoli, in quanto da tempo negli interventi infrastrutturali avevamo previsto una serie di canalizzazioni che ci permettessero poi di sfruttare opportunità di questo tipo – ha spiegato il geometra Mauro Bertozzi dell’Ufficio Tecnico comunale -. La fibra si estende dal Municipio per arrivare in piazza coprendo gli spazi pubblici più utilizzati”.

 Soddisfazione da parte dell’assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Donini: “Un lavoro fatto a tempo record ma nel migliore dei modi, oggi siamo la prima regione per tasso di digitalizzazione, con 900 scuole coinvolte con la fibra ottica, ma la sfida è arrivare al 2020 con l’85% della popolazione che utilizza la banda larga a 100 mega. Con Emilia-Romagna wi fi, che consente una connessione libera e veloce a tutti, abbiamo l’obiettivo di diventare la prima regione d’Italia in grado di sconfiggere il digital divide”. E rivolgendosi ai ragazzi, un invito: “Poi servono idee innovative, ogni anno faremo il Festival dello sviluppo digitale, a settembre sarà a Modena, proprio per premiare i migliori progetti. Un’occasione in cui le aziende, le scuole, le PA potranno raccontare, e confrontare, le loro esperienze di sviluppo digitale”. 

La parola finale al sindaco dei ragazzi Giacomo Brandolini che è intervenuto per esprimere in rappresentanza degli studenti la soddisfazione di poter usufruire della rete: “Lavoriamo già sia sui libri sia su computer, anche con piattaforme online – ha detto ringraziando i presenti – la fibra è una grande occasione che ci aiuterà sicuramente ad aumentare la nostra competenza digitale”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: