Votare Pizzarotti? La Meloni ha preso un abbaglio

Votare Pizzarotti? La Meloni ha preso un abbaglio

1314
1
CONDIVIDI

Ho, abbiamo, creduto nella Signora Cavandoli per un’alternativa credibile all’amministrazione del pentito Pizzarotti che ci ha lasciato purtroppo, dopo 5 anni, una città insicura e, in alcune zone, perfino pericolosa a causa di una gestione irresponsabile e deficitaria sui temi dell’ordine pubblico e della lotta al degrado. Le famiglie sono sempre più preoccupate chiuse in una morsa tra furti  e l’abbordaggio dei loro figli da parte degli spacciatori. Ma ai piani superiori di Piazza Garibaldi 1 non se ne rendono conto.

Il degrado di Parma è sotto gli occhi di tutti. I parmigiani sono delusi dalle modalità dalla raccolta rifiuti imposta da Pizzarotti, sordo alle numerose proteste dei cittadini. Speriamo che la nuova amministrazione ridia almeno ai cittadini del centro storico e dell’oltre torrente i “cassonetti” differenziati.

Parma è sempre più disarmata. Il sindaco non ha avuto la sensibilità di capire la sua cittadinanza, che non doveva essere solo tassata. Ma aveva bisogno di più posti negli asili, letti nelle case di riposo potenziandole anche come personale, risanamento urbanistico, tutela del patrimonio pubblico, valorizzazione del patrimonio culturale, attenzione per la salute dei cittadini ( incredibile come sia finito nel nulla il grave caso legionella), maggiori aiuti alle famiglie bisognose, dare una mano ai piccoli negozi commerciali con uno stop definitivo a nuovi centri commerciali. Le azioni Iren non dovevano essere cedute portando così Parma a non contare nulla. Tutto questo Pizzarotti non lo ha messo in pratica se non molto parzialmente.
Troppo nei “palazzi” e poco nelle strade. Insomma una bocciatura non più proponibile. Parma  pertanto deve diventare più vivibile , più sociale, più solidale, dimostrando con i fatti più attenzione e tutele alle parti della società maggiormente in difficoltà.

In questo scenario troviamo quindi assurdo l’appoggio di Giorgia Meloni e di Fratelli d’Italia a Federico Pizzarotti che ha lasciato sbigottiti e increduli la stragrande maggioranza dei votanti del centrodestra. Se Giorgia Meloni avesse avuto modo di trascorrere anche un solo giorno in alcuni quartieri di Parma siamo sicuri che avrebbe usato parole ben diverse per qualificare l’attuale sindaco. Ha preso un abbaglio, può capitare…

Quindi, in queste elezioni comunali mettiamo da parte le divisioni ideologiche (sacrosante e legittime) destra-sinistra e andiamo al sodo dei problemi quotidiani del popolo di Parma, cercando strategie politiche locali risolutive solo per il bene dei parmigiani. Alle prossime “contese” prettamente politiche ognuno poi riprenderà giustamente la sua strada, io per primo.

Il 25 giugno è una scelta decisiva per il futuro della nostra città, ripeto nostra. Tutti i parmigiani ragionino con la propria testa, vadano a votare. Vogliamo la democrazia, allora usiamola.

Mario Bertoli 
Movimento Nazionale per la Sovranità – Parma 

1 COMMENTO

  1. ………. e tu hai la ricetta giusta ? , questa è la storia di tutte le città italiane di qualsiasi schieramento !!

Lascia una risposta: