Il Parma va in finale ai rigori, la serie B è...

Il Parma va in finale ai rigori, la serie B è a portata di mano

1507
0
CONDIVIDI

PARMA – PORDENONE 6-5

Marcatori: pt 15′ Scaglia; st 35′ Marchi

RIgori: Padovan, Edera, (Misuraca),  Scaglia, Suciu, (Scavone),  Martignago, Corapi, Burrai, Munari, (De Agostini), Lucarelli

PARMA (4-3-3): Frattali; Mazzocchi (18′ stato Lucarelli), Iacoponi, Di Cesare, Scaglia; Munari, Scozzarella (39′ pt Corapi), Scavone; Nocciolini (39′ st Edera), Calaiò, Baraye. A disposizione: Zommers, Fall, Saporetti, Giorgino, Garufo, Sinigaglia, Nunzella, Ricci, Coly, Simonetti, Messina. All. D’Aversa.

PORDENONE (3-4-2-1): Tomei; Parodi (26′ st Martignago), Ingegneri, Marchi; Semenzato, Burrai, Suciu, De Agostini; Misuraca, Cattaneo (14′ pts Buratto); Pietribiasi (26′ st Padovan). A disposizione: D’Arsié, Pellegrini, Arma, Zappa, Gerbaudo, Bulevardi. All. Tedino.

Arbitro : Luigi Pillitteri di Palermo

Assistenti: Michele Lombardi di Brescia, Alessandro Cipressa di Lecce. Quarto uomo: Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza

Note: ammoniti Misuraca al 45′ pt, Corapi al 30′ st, Scaglia al 31′ st, Marchi, De Agostini al 46’st

LA GARA 

Stadio Franchi, Firenze – Una gara sofferta fino alla fine. Undici metri, che hanno fatto la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Adesso si che il sogno di occupare il quarto posto in serie B, si fa concreto per il Parma. In attesa di sapere il nome della seconda finalista, tra Reggiana e Alessandria, i gialloblù si godono il momento.

In questa prima semifinale di Play Off, in gara secca, la squadra di D’Aversa non schiera inizialmente Lucarelli, che parte dalla panchina. Sono circa 1500, i tifosi crociati presenti al Franchi.

Una partita che inizia con il ricordo di Orlandini, l’imprenditore scomparso qualche giorno fa e grande tifoso del Parma Calcio.

Si comincia, Pillitteri dà il via alla gara. I ramarri partono svantaggiati sulla carta, per le mancanze di Arma, Berrettoni e Stefani. Il Parma è dato favorito. Una squadra che si fa sentire sul piano organizzativo, quella di Tedino,  almeno nei primi minuti di gioco . I neroverdi infatti, sfoggiano un atteggiamento attendista, proprio di chi sta giocando contro una squadra di qualità come il Parma.

Roberto D’Aversa dà istruzioni dalla panchina, chiede ai suoi di andare in avanti già dalle prime battute. Al 4° minuto, Calaiò cerca la profondità per Barayè ma Tomei blocca l’azione sul nascere. Al 7° minuto, la prima occasione del Pordenone è per Cattaneo che stoppa una palla e va di sinistro al volo in porta, prova il tiro ma Di Cesare non lo fa passare.

Non c’è grande ritmo nella partita, ma entrambe le formazioni si studiano e sono ben messe in campo. Esterni larghi, D’Aversa continua a gesticolare in direzione di Baraye. Primo calcio d’angolo per il Parma al 15esimo minuto di gioco. Batte Scozzarella dalla bandierina, arriva il gol di Scaglia servito da Baraye. E’ 1-0 per i gialloblù. Finale virtuale per i ducali.

Brivido per la porta di Tomei ancora al 21esimo ma Calaiò non arriva alla palla. Poi tocca a Cattaneo, una conclusione pericolosa. Il tiro è velenoso, al limite dell’area ma termina fuori. Al 26esimo, Pietribiasi tenta un assist in area ma Frattali anticipa Cattaneo e salva la porta. Pordenone pericoloso al 33esimo minuto con una diagonale di Cattaneo, Frattali c’è. Non ce la fa Scozzarella, che si fa male ad una caviglia al 35esimo e al 39esimo è sostituito da Corapi.

Negli ultimi minuti del primo tempo, il Parma cerca di mantenere il risultato. Corapi per Calaiò al 40esimo, cerca di scavalcare la linea difensiva del Pordenone ma i neroverdi si chiudono e non lasciano passare. Intanto un Cattaneo scatenato, va in incursione in area avversaria al 42esimo ma è solo. Tre i minuti di recupero che Pillitteri concede alle squadre. Nocciolini spreca un occasionissima a fine recupero e si va negli spogliatoi.

Inizia la ripresa. Nessun cambio nelle formazioni.  Le squadre non concedono spazi e il pallone fa fatica a girare. Il Pordenone prova ad aprire a destra con Pietribiasi ma l’azione non va a buon fine. Colpo di testa del numero 23 al 10 ° della ripresa , Frattali sempre presente. I friulani iniziano a crearsi qualche spazio, ma senza essere pericolosi.

Le grandi assenze si iniziano a farsi sentire. Sono i singoli  che provano ad entrare in area. Ci prova di sinistro Cattaneo, con un tiro sul primo palo di prima al 14esimo della ripresa. La squadra di Tedino prende fiducia e va quasi a gol dopo un minuto con un rigore in movimento di Pietribiasi ma il giocatore neroverde clamorosamente lo sbaglia. Seconda sostituzione obbligata per il Parma, esce  Mazzocchi, entra  Lucarelli al 18esimo.

La formazione di D’Aversa è ferma e il mister chiede movimento agli esterni. Calcio d’angolo per il Pordenone al 22esimo, Ingegneri cerca la palla, viene bloccato da Di Cesare.  Doppia sostituzione per il Pordenone al 26esimo, escono Parodi e Pietribiasi, dentro Padovan e Martignago. Al 29esimo Corapi viene ammonito per un intervento su Cattaneo , cartellino anche per Scaglia che esce in anticipo dalla barriera a braccio largo. D’Aversa è furioso. Seconda punizione da posizione centrale, Burrai al tiro ma niente di fatto. Al 34esimo De Agostini prova il gol dalla distanza ma è Marchi che segna su calcio d’angolo. E’ 1-1 al Franchi. Esulta la panchina di Tedino che già non ci credeva più.

Ultimo cambio per D’Aversa, esce Nocciolini dentro Edera, un giocatore che porta fortuna al Parma! I ritmi iniziano a salire. Calcio d’angolo al 42esimo per il Parma, contatti in area ma non si arriva al gol. Marchi è ancora pericoloso in area ma ci pensa Di Cesare a tenerlo a bada.  Al 45esimo De Agostini atterra Edera, è punizione per i ducali. Batte Iacoponi, palla in area ma Tomei doma l’azione.  Si va ai supplementari! 

Le squadre sono stanche anche se l’impressione è quella che ne abbiano di più i ragazzi di Tedino.  Al 5° minuto i ramarri si lanciano in area con Padovan per poco non trovano il sorpasso.

Al 6° minunto su calcio d’angolo di Scaglia , Iacoponi e Scavone  litigano per il tiro e nessuno va a rete. Tanta rabbia per il numero 2 del Parma. Ultimo cambio per Tedino, esce Cattaneo tra gli applausi dei tifosi, entra Buratto. Punizione per il Parma, finisce alto sulla traversa. Pillitteri fischia la fine del primo tempo supplementare. 

Al via il secondo quarto d’ora per le due formazioni. Tedino richiama alla calma i suoi, chiede concentrazione. Traversone per Baraye che poi frana a terra, i neroverdi continuano a giocare in due contro uno ma l’arbitro Pillitteri interrompe il gioco a ridosso dell’area di rigore del Parma. Proteste dalla panchina dei ramarri. Le tifoserie sugli spalti continuano a supportare le formazioni in campo, che cercano di non sentire la stanchezza.  Occasione per il Pordenone al decimo minuto ma Burrai non arriva alla palla. Calcio d’angolo interrotto dall’arbitro che nota come la maglia di Iacoponi sia completamente stracciata. Ultimo secondo di gioco, parte Buratto in contropiede che perde l’equilibrio sull’uscita di Frattali, Tedino chiede il rigore ma niente da fare,  per Pillitteri si continua. Si va ai rigori.

Il primo a tirare dagli undici metri è Padovan, che batte Frattali. Edera per il Parma e fa rete. Misuraca sbaglia , Frattali non si fa sorprendere.  Scaglia sull’incorcio, gol. 2-1 per i gialloblù.  Suciu batte Frattali. Tocca a Scavone , che tira e becca il palo. Parità tra le parti. Martignago non perdona e va a segno.  Corapi dal  dischetto , con un destro potente. Si va avanti. Ancora parità tra le squadre. Burrai segna un rigore centrale, ultimo per il Parma è Munari che tira e non sbaglia.

4-4 e si va ad oltranza. De Agostini sbaglia, va Lucarelli al dischetto che regala di fatto la finale ai suoi.

Il Franchi si accende, non poteva finire diversamente. Il giocatore simbolo di una squadra  va sotto la curva e cerca i suoi tifosi, una rosa che merita di tornare in alto. La serie B adesso è davvero a portata di mano!

Nessun commetno

Lascia una risposta: