Degrado, San Leonardo, il quartiere disperato che scrive alle istituzioni

Degrado, San Leonardo, il quartiere disperato che scrive alle istituzioni

2265
0
CONDIVIDI

A fronte del continuo incremento dei fatti criminosi nel quartiere, il Ccv San Leonardo rinnova con questa lettera la richiesta di aiuto alle autorità cittadine preposte alla sicurezza.

“Alla cortese attenzione di:
Ill.mo Sig. Prefetto di Parma
Strada della Repubblica 39, 43121 Parma
Ill.mo Sig. Questore di Parma
Borgo della Posta 14, 43121, Parma
Ill.mo Sig. Sindaco di Parma
Strada della Repubblica 1, 43123 Parma
Ill.mo Sig. Assessore addetto alla sicurezza urbana
Strada della Repubblica 1, 43123 Parma
Ill.mo Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri
Strada Fonderie 10, 43125 Parma
Ill.mo Comandante della Guardia di Finanza
Strada Pomponio Torelli 18, 43123, Parma
Ill.mo Comandante della Polizia Municipale di Parma
Strada del Taglio 8 , 43126 Parma

Il consiglio dei cittadini volontari ritiene opportuno rinnovare la denuncia a tutte le istituzioni che l’illegalità diffusa, presente nel Quartiere San Leonardo, ha portato i cittadini all’esasperazione e alla sfiducia nelle autorità preposte alla sicurezza.

Dopo anni d’impegno e di collaborazione con le istituzioni e di iniziative intraprese direttamente dai cittadini riteniamo che lo sforzo fatto non abbia portato ai benefici auspicati; nel Quartiere la presenza massiccia e costante degli spacciatori ha consentito a questi ultimi di prendere il controllo e il possesso del territorio, nell’ultimo periodo è aumentata anche la loro arroganza verso gli abitanti del Quartiere e la gente ha paura.
Riteniamo che si stia sottovalutando la situazione, bisogna affrontare il problema come un’emergenza e le emergenze si affrontano diversamente e si risolvono definitivamente. La comparazione di statistiche e percentuali sulla criminalità con altre zone comunali e con diverse città non ci interessano e a nostro avviso non corrispondono alla realtà, in quanto la mancanza dei risultati ha portato la gente a non denunciare più. Gli unici possibili parametri sono la vivibilità e la sicurezza del nostro quartiere, che sono notevolmente peggiorate in rapporto agli anni passati. Siamo perciò a richiedere alle autorità preposte di mettere in campo una strategia urgente ed efficace che possa restituire la vivibilità nel quartiere San Leonardo. Rimaniamo a disposizione e continueremo a dedicare il nostro tempo per tentare di migliorare il nostro meraviglioso Quartiere “.

Parma, 8 giugno 2017
CCV San Leonardo

 

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: