Pasimafi, il Riesame rimette in libertà Lucherini della Ibsa Italia

Pasimafi, il Riesame rimette in libertà Lucherini della Ibsa Italia

1390
0
CONDIVIDI

Il Tribunale del riesame di Bologna ha revocato la misura degli arresti domiciliari a carico di Enzo Lucherini, direttore commerciale della casa farmaceutica Ibsa Italia, accogliendo il ricorso della difesa rappresentata dagli avvocati Fabrizio Manganiello ed Edoardo Rossi.

La misura era stata disposta dal Gip di Parma, Maria Cristina Sarli, in relazione all’inchiesta Pasimafi, coordinata dal pm Giuseppe Amara e condotta dai Carabinieri del Nas di Parma, che ha portato alla luce quello che sembra essere un articolato sistema di corruzione e riciclaggio che ha coinvolto grandi aziende farmaceutiche e che nei giorni scorsi aveva portato all’arresto di numerose persone tra cui Guido Fanelli, direttore della seconda Anestesia e Rianimazione del Maggiore di Parma, oltre che estensore tecnico della Legge sulla Terapia del dolore e presidente della commissione nazionale di attuazione della stessa legge.

Gli avvocati Fabrizio Manganiello dello studio legale La Scala ed Edoardo Rossi, difensori di Lucherini, avevano presentato ricorso contro l’applicazione della misura deducendo l’assenza, non solo delle esigenze cautelari, ma anche dei gravi indizi di colpevolezza per i reati contestati al proprio assistito.

Nessun commetno

Lascia una risposta: