2 Giugno – Così Parma festeggia la Repubblica

2 Giugno – Così Parma festeggia la Repubblica

1661
0
CONDIVIDI
Per il 2 Giugno, festa della Repubblica Italiana, si ferma anche Parma per un giornata ricca di appuntamenti e celebrazioni. Alle 9.30 nel Palazzo del Giardino, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Parma, avrà luogo in forma solenne la Cerimonia dell’Alzabandiera. L’esecuzione dell’Inno Nazionale ed Europeo saranno curati dagli studenti del Liceo Musicale “Attilio Bertolucci” di Parma. 
A seguire si terrà la cerimonia di consegna – da parte della Prefettura di Parma – di diciannove onorificenze dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, di tre Medaglie d’Onore ai cittadini, militari e civili, residenti a Parma, che furono deportati ed internati nei lager nazisti e di una Medaglia della Liberazione.
Per il pomeriggio, con inizio alle 18, presso l’Auditorium del Carmine, il Conservatorio  “Arrigo Boito” ha organizzato, in collaborazione con la Prefettura di Parma, il concerto della “Simphonic Wind Band” – diretta dal Maestro Andrea Saba – con brani celebrativi della ricorrenza della Festa della Repubblica, a cominciare dall’Inno di Mameli. Il programma del concerto, nato come progetto per raccontare con i suoni la storia dell’Ottocento, ha lo scopo di restituire la parola alla musica per banda, svelando ciò che si nasconde dietro ognuna di queste musiche: la Marche funébre di Berlioz – scritta per l’inaugurazione della grande colonna di bronzo che si erge al centro della Piazza della Bastiglia a Parigi – la Huldigungsmarschdi Wagner – composta come regalo per il diciannovesimo compleanno del Re Ludwig di Baviera ed eseguita, più tardi, durante la cerimonia che accompagnò la posa della prima pietra del teatro di Bayreuth – o ancora due marce di compositori italiani, Gioacchino Rossini e Giuseppe Donizetti (fratello maggiore di Gaetano) entrambe dedicate allo stesso personaggio: il sultano ottomano Abdul Mescijd. Nell’occasione verrà presentato il nuovo logo del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”.
L’ingresso a concerto è gratuito e aperto a tutti.

Nessun commetno

Lascia una risposta: