All’Ausl di Parma si smette di fumare, mercoledì 31 incontro con i...

All’Ausl di Parma si smette di fumare, mercoledì 31 incontro con i cittadini

1265
0
CONDIVIDI

Il 22% della popolazione italiana fuma (indagine DOXA 2016), nonostante il fumo di tabacco sia associato ad una serie di patologie anche gravi. A Parma, dall’Indagine PASSI 2012-2015, risulta che i fumatori siano il 28% degli adulti. Il medico è il professionista di riferimento per la salute dei cittadini e deve conoscere le strategie più adeguate per aiutare chi vuole dire basta ad un  vizio così dannoso. Per questo, l’Azienda USL di Parma ha deciso, in occasione del “No tabacco day” che si celebra il 31 maggio, di organizzare due eventi formativi.

Il primo rivolto ai futuri medici dell’Ateneo cittadino, si è tenuto il 26 maggio con Giuliano Giucastro, responsabile del Centro antifumo dell’AUSL di Parma. Il secondo, invece, si tiene a Borgotaro, all’Ospedale Santa Maria il 30 maggio ed è rivolto al personale dell’unità operativa di Medicina sul  tema “Tabagismo e salute cardiovascolare”. Intervengono Franco Roscelli, coordinatore del progetto “Territorio senza fumo” e l’infermiera Ginevra Zurla, organizzatrice dei gruppi per smettere di fumare.

Ma c’è un’importante comunicazione per tutti coloro che vogliono davvero smettere di fumare: sono disponibili i Centri antifumo dell’Ausl, attivi a Parma, alla Casa della Salute Pintor-Molinetto e a Fidenza, all’ospedale di Vaio, in via don Tincati, nei  Poliambulatori ospedalieri. Solo nel 2016, sono state 190 le persone prese in carico dai due Centri.

Mercoledì 31 maggio, inoltre, dalle 10 alle 12 gli infermieri Rosario Ficarra e Franca Abati saranno con un banchetto rispettivamente alla Casa della Salute Pintor-Molinetto e ai Poliambulatori ospedalieri di Vaio, a disposizione dei cittadini per fornire ogni utile informazione sui danni alla salute causati dal fumo e sulle possibilità di uscire da questa dipendenza, con l’aiuto dei professionisti sanitari. A chi lo vorrà, sarà anche somministrato un questionario per misurare il livello di dipendenza: basteranno pochi minuti.

L’accesso ai Centri è gratuito, con la richiesta di “Visita per tabagismo” del medico di famiglia. La prima visita si prenota al Cup o telefonando al numero verde  800.629.444. Durante la prima visita, viene effettuata una visita medica generale, viene misurato il grado di dipendenza da nicotina e valutato il livello motivazionale a smettere di fumare; viene eseguita la misurazione del monossido di carbonio (CO) nell’aria espirata e viene impostato un programma di trattamento con eventuale supporto di terapia farmacologica. Dopo la prima visita, sono previsti controlli periodici prenotati direttamente dal medico del Centro.

Nessun commetno

Lascia una risposta: