Bax e Greci (SiAmo Parma): sicurezza, San Leonardo ormai fuori controllo

Bax e Greci (SiAmo Parma): sicurezza, San Leonardo ormai fuori controllo

1178
0
CONDIVIDI

«Gli episodi di criminalità diffusa accaduti negli ultimi cinque anni e ancor più nei mesi e giorni scorsi che continuano ad interessare Parma in diversi quartieri e in particolare nei popolosi San Leonardo e Cortile San Martino, evidenziano che il problema sicurezza è andato ben oltre l’emergenza arrivando ai confini di quella zona che si può definire del “fuori controllo”». A lanciare l’allarme, ancora una volta, è l’esponente di Fare! con Tosi ed ex vicequestore di Parma, Massimo Bax, oggi candidato nella lista civica SiAmo Parma, al fianco di Filippo Greci candidato sindaco. Ben tre maxi risse fra extracomunitari registrate soltanto nel mese di maggio al San Leonardo, fanno salire la tensione e l’attenzione.

Massimo Bax e Flavio Tosi

«Più volte – sottolinea il candidato consigliere Massimo Bax – anche gli organi di stampa locali hanno cercato di sensibilizzare le Istituzioni, senza inficiare il lavoro delle Forze dell’Ordine che pur in mezzo a molteplici carenze di uomini e mezzi cercano di svolgere al meglio il proprio delicato lavoro. E’ indubbio, però, che a fronte delle accennate carenze organizzative e strutturali che discendono da un oggettivo e protratto disinteresse governativo per la sicurezza e che hanno portato in generale il Paese in una situazione disastrosa che va da Nord a Sud, è altresì evidente che ci sono classifiche nazionali che indicano Comuni che cercano di tamponare le falle e che si impegnano a fondo su questo tema ed altri molto meno, come il nostro (non è un caso che Parma  gradatamente sia scesa dai primi posti che occupava anni addietro all’87° posto di quest’anno per quanto attiene l’indicatore della Sicurezza)».

Filippo Greci

Un problema non del tutto nuovo, quello della sicurezza al San Leonardo, come ricorda lo stesso candidato sindaco di SiAmo Parma, Filippo Greci: «Ci si è disinteressati di questo tema quando già quattro anni fa io evidenziai i problemi e sottoscrissi contenuti e proposte concrete e organizzai con altri residenti il 13 marzo 2015, sollecitando altre componenti in Consiglio Comunale mentre il PD locale decideva di non partecipare, una fiaccolata di 500 persone a San Leonardo che partiva simbolicamente dalla Sede dell’ex quartiere attraversando via San Leonardo, via Trento e terminando nei pressi della Stazione Ferroviaria. Se si va nel web alla voce “fiaccolata per la sicurezza e la legalità a San Leonardo Parma” si potranno ascoltare ancora le testimonianze dei residenti e  delle loro legittime richieste».

«Con rammarico – prosegue Filippo Greci – notiamo tuttavia che tali istanze sono rimaste inascoltate e questo tentativo forte e democratico di dar voce ai cittadini esasperati che ora sono oltremodo amareggiati, sfiduciati e offesi è caduto nel nulla di fatto e si è andati verso un peggioramento progressivo che sembra di non ritorno. Noi di SiamoParma con i nostri alleati di FARE con Tosi, diciamo a tutti quei cittadini delusi, e sono molti, che sembrano decisi a non andare a votare a queste elezioni amministrative per i motivi suddetti,  ed altri ancora, di non abbattersi e di avere fiducia in chi ha sempre operato, specie in questo settore, in maniera disinteressata e per il bene comune ottenendo con l’impegno costante risultati nel controllo del territorio e nella fiducia della gente che poi si riverberava in tutte le altre attività economiche, sociali e culturali della città. Questa tendenza si può e si deve  invertire per il bene di tutti».

Nessun commetno

Lascia una risposta: