La rivoluzione firmata Pia Russo, ecco la lista con a capo Dino...

La rivoluzione firmata Pia Russo, ecco la lista con a capo Dino Pennacchietti

2616
0
CONDIVIDI

Dal programma elettorale di Pia Russo, candidata sindaco del gruppo civico “La nuova voce di Parma”, emerge con dirompente energia l’anima da sindacalista di lungo corso della dipendente comunale. Sotto lo slogan “Adesso si cambia”, infatti, c’è un programma denso di impegni tutti concentrati sul welfare. Si va dalla creazione di un ufficio comunale ad hoc per la ricollocazione dei disoccupati al sostegno alle famiglie, che passa anche dalla riduzione delle rette degli asili. Non solo, anche un tetto per i clochard, sotto il quale possano portare anche i loro amici animali.

A proposito di scuola, Pia Russo vuole riportare tutti i servizi educativi sotto la gestione comunale, ristorazione compresa. “Il privato non dovrebbe mai avere accesso al pubblico”, tuona la candidata sindaco.

La Russo si propone come “civica vera” e porta al suo fianco uno che il “civismo” autentito lo ha respirato davvero: Dino Pennacchietti, avvocato di Elvio Ubaldi e candidato con lui nel 2012. Pennacchietti è il capolista della formazione civica guidata da Pia Russo.

Il programma della candidata, partendo dal welfare, quindi dai cittadini, spazia comunque a tutto campo. Sul fronte sicurezza, in particolare, una frecciata al comandate della Polizia municipale Gaetano Noè: “Vorrei uno che stia qui e che non vada in giro per l’Italia a tenere corsi di aggiornamento”. Non solo multe per far cassa, ma una Polizia municipale intervenga per prevenire rischi e pericoli ai quali vanno incontro soprattutto i ragazzi.

Netta la distanza dall’amministrazione Pizzarotti su turismo e cultura. Per Pia Russo occorre infatti tornare a valorizzare gli artisti locali e non quelli che arrivano da fuori, quindi bisogna ripartire dal Correggio e dal Parmigianino. Non solo, per il Teatro Regio ci vogliono un direttore di fama mondiale e un cartellone ben più ampio e di richiamo.

LISTA LA NUOVA VOCE DI PARMA

Dino Pennacchietti, 48 anni
Guglielmo Martinelli, 68 anni
Francesco Rutelli, 38 anni
Tatiana Nikiforovna Ivanovskaia, 62 anni
Annamaria Frondoni, 71 anni
Franco Minari, 70 anni
Elisabetta Cena, 44 anni
Lamberto Patti, 60 anni
Paolo Montanari, 65 anni
Marta Viappiani, 62 anni
Giuseppe Fava, 62 anni
Ilaria Bertolini, 53 anni
Domenico Patete, 67 anni
Cristiano Pucillo, 47 anni
Francesca Tedeschi, 32 anni
Mara Giordani, 34 anni
Maria Grazia Amoretti, 69 anni
Stefano Paparelli, 60 anni
Massimo Riccò, 48 anni
Cristian Meli, 44 anni
Gianni Catulli, 62 anni
Guido Andreucci, 78 anni
Adriano Ommeniello, 42 anni
Giuseppe Nuzzi, 70 anni

Nessun commetno

Lascia una risposta: