Festival dello Sviluppo Sostenibile, 26 appuntamenti e tanti ospiti a Parma

Festival dello Sviluppo Sostenibile, 26 appuntamenti e tanti ospiti a Parma

236
0
CONDIVIDI

L’economia circolare, l’inquinamento luminoso e la crescita della popolazione mondiale sono i temi dei primi eventi che apriranno il Festival dello Sviluppo Sostenibile, a Parma da lunedì 22 maggio al 7 giugno. Argomenti questi legati da un unico filo conduttore: la sostenibilità. Ogni anno si consumano più risorse di quante ne produca il pianeta Terra, quindi l’Onu è corsa ai ripari indicando 17 obiettivi da raggiungere entro il 2030 per avere un reale “sviluppo sostenibile”.

In Italia questo testimone è stato raccolto dall’Asvis (Alleanza per lo sviluppo sostenibile) che mette insieme molteplici realtà e ha lanciato l’idea di un Festival dello Sviluppo Sostenibile con tanti eventi in contemporanea a livello nazionale. A Parma, grazie all’Università, alle associazioni, istituzioni e sponsor, il festival ha in cartellone 26 appuntamenti.

L’economia circolare terrà a battesimo l’apertura del Festival, lunedì 22 maggio alle 18, alla libreria Feltrinelli in via Farini, con la presentazione del libro di Emanuele Bompan “Che cos’è l’economia circolare?”. Moderano l’incontro Marco Moro, di Edizioni Ambiente, e Paolo Tamburini, responsabile Area Educazione alla sostenibilità Arpae. Sempre sullo stesso argomento, ma da un punto di vista diverso, martedì 23 maggio, sempre alle 18, Libreria Feltrinelli presso Barilla Center, ospiterà la presentazione del libro “Economia innovatrice” di Massimiliano Lepratti, Edizioni Ambiente. Modera Paolo Fabbri dell’Università di Parma. Martedì 23 maggio vedrà anche le riflessioni sull’inquinamento luminoso, con un doppio appuntamento al Wopa, in via Palermo. Alle 17 “Illuminazione urbana: Sicurezza, risparmio energetico e inquinamento luminoso” con interventi di Fabio Falchi, presidente di Cielo Buio, Riccardo Furgoni, ricercatore ISTIL e collaboratore al programma NEO-SSA dell’Agenzia Spaziale Europea, Michele Alinovi assessore all’Urbanistica del comune di Parma, Maurizio Benvenuti, guardia ecologica. Modera Marco Stefanini. Seguirà alle 19 “Riusciremo a rivedere le stelle?”, presentazione del libro Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso a cura di Fabio Falchi e Riccardo Furgoni.

Mercoledì 24 maggio, alle 17, nell’ex Oratorio di San Tiburzio, in  Borgo Palmia 6/A, sarà affrontato il tema della crescita della popolazione umana, con il luminare Massimo Livi Bacci, Università di Firenze, nella conferenza “Popolazione, sviluppo e sostenibilità”. Modera l’incontro Matteo Manfredini, Università di Parma.

Il Festival vedrà inoltre la presenza di alcuni dei più noti esperti italiani del tema della sostenibilità, tra cui Luca Mercalli (giovedì 25 maggio), Grammenos Mastojeni (sabato 27 maggio), Luca Lombroso (mercoledì 31 maggio), Carlin Petrini e Maurizio Pallante (martedì 6 giugno, presso il Labirinto della Masone).

Vi è la necessità di informare il maggior numero di persone, in un mondo sempre più globalizzato ed a rischio per le conseguenze dei cambiamenti climatici, che un modello di sviluppo alternativo a quello presente è possibile – spiega Alessio Malcevschi, docente dell’Università di Parma nonché delegato del Rettore per la sostenibilità -. Questo però può essere condotto solo mediante uno sforzo comune tra politica, mondo dell’impresa, associazioni del territorio ed una Università pubblica e civica“.

Info: www.festivalsvilupposostenibileparma.it

Nessun commetno

Lascia una risposta: