Spaccia coca dai domiciliari: in cella mamma e bimbo

Spaccia coca dai domiciliari: in cella mamma e bimbo

567
0
CONDIVIDI

Marito e moglie erano stati arrestati il 3 aprile scorso, accusati di gestire lo spaccio di cocaina in zona barriera Bixio, ma lei aveva evitato il carcere perché mamma di un bimbo piccolo da accudire. Adesso, però, madre e figlioletto sono finiti dietro le sbarre del carcere femminile di Modena. I Carabinieri hanno infatti scoperto che la donna, L.S., 32 anni, nigeriana, continuava l’attività di spaccio nonostante gli arredti domiciliari. Ai militari che l’hanno sorpresa mentre cedeva alcune dosi in viale Caprera, non era sfuggito il continuo via vai da quella casa di facce note nel campo dei consumatori di droghe. Per lei quindi si sono aperte le porte del carcere.

Il marito O.E., 32 anni, anche lui nigeriano, rimane invece in cella, dove si trova dal 3 aprile, dovendo rispondere anche di tentato omicidio. L’uomo, per evitare il controllo, aveva tentato di investire un Carabiniere ad un posto di blocco.

Nessun commetno

Lascia una risposta: