Università, tagliati fondi a Matematica. Fare! porta il caso in Parlamento

Università, tagliati fondi a Matematica. Fare! porta il caso in Parlamento

907
0
CONDIVIDI

Il Dipartimento di Scienze Matematiche dell’Università di Parma viene sorprendentemente collocato al ventunesimo posto in Italia nella classifica dell’Agenzia Nazionale del Sistema Universitario (Anvur), in base alla quale saranno erogati i finanziamenti previsti dalla legge di stabilità per incentivare l’attività dei dipartimenti universitari di eccellenza nella ricerca. Un’assurdità, considerato che lo stesso dipartimento viene ritenuto il migliore in Europa e sesto a livello mondiale per pubblicazioni di assoluta eccellenza come testimoniato da prestigiosi ranking, tra cui quello di Leiden”.

Non usa mezzi termini la senatrice di ‘Fare! con Tosi’ Patrizia Bisinella, che sul caso ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Si profila la concreta possibilità che alla struttura di Parma vengano negati fondi che invece le sarebbero dovuti, tenuto conto che in base alla classifica stilata dell’Agenzia Nazionale del Sistema Universitario non le spetterebbe parte del finanziamento previsto dal comma 314 della legge di stabilità”, sottolinea la Bisinella, di recente in visita nel parmense insieme al compagno Flavio Tosi per incontrare i rappresentanti della movimento.

Sottolineo che all’interno del dipartimento lavora, tra gli altri, il professor Giuseppe Mingione, che è notariamente uno degli accademici più blasonati a livello internazionale – prosegue Bisinella -. La classifica pubblicata dall’Anvur sembra non tenere conto di tali peculiarità e se non saranno rivisti i criteri di valutazione si andrà certamente a penalizzare l’encomiabile lavoro dei nostri ricercatori migliori. Per questo chiedo al ministro di intervenire per sanare la situazione, consentendo in tal modo ad una delle eccellenze più invidiate del nostro sistema universitario di accedere ai finanziamenti previsti”.

Il coordinamento parmigiano di ‘Fare! con Tosi’ esprime grande soddisfazione per l’avvio di un confronto parlamentare. “L’obiettivo della buona politica è raccogliere le necessità del territorio e portarle nelle sedi più opportune al fine di risolvere problemi – dichiara Caterina Galli, coordinatrice provinciale -. Noi non siamo qui per fare sgambetti agli avversari o a caccia di poltrone. Siamo qui per fare in modo che il territorio sia messo nelle condizioni di lavorare e crescere in condizioni di equità e pace sociale, e ci sembra proprio che con questa iniziativa si vada nella direzione più opportuna“.

Nessun commetno

Lascia una risposta: