Piano Sviluppo Rurale, Coldiretti: più risorse dalla Regione, finanziate 33 aziende di...

Piano Sviluppo Rurale, Coldiretti: più risorse dalla Regione, finanziate 33 aziende di Parma

987
0
CONDIVIDI

Luca Cotti - Coldiretti

Gli stanziamenti aggiuntivi del Psr sugli investimenti agricoli, deliberati dalla Regione su forte sollecitazione di Coldiretti, valorizzano le nostre imprese agricole e vanno a sostegno della nostra economia“. A parlare è il presidente di Coldiretti Parma, Luca Cotti, approvando la decisione dell’assessorato regionale all’Agricoltura di stanziare 28 milioni di risorse aggiuntive sul Piano di Sviluppo rurale.

Rispondendo alle richieste di Coldiretti – commenta la maggiore organizzazione dei coltivatori dell’Emilia Romagna – la Regione ha portato lo stanziamento totale per gli investimenti a 52,2 milioni, arrivando a finanziare oltre 500 aziende, pari alla metà delle imprese agricole che hanno presentato domanda di investimento.

Per quanto riguarda Parma, territorio vocato principalmente alla zootecnia – rimarca Luca Cotti – sulle 33 domande finanziate per il settore lattiero caseario, 18 sono state presentate da Coldiretti. Un bel risultato, in particolare  per le nostre imprese agricole delle aree montane, che possono avere così un maggior sostegno al loro reddito  e un incentivo a rimanere sul territorio  a tutela e presidio dell’ambiente e del paesaggio. Da notare che la prima azienda lattiero casearia finanziata per aver raggiunto il miglior punteggio in tutta la Regione – aggiunge Cotti – è stata presentata da noi ed è proprio della provincia di Parma, di Bardi per l’esattezza”.

Come ha commentato il presidente regionale Coldiretti Mauro Tonello “si tratta di un primo risultato importante per la crescita dell’agricoltura e dell’agroalimentare emiliano romagnolo in generale, che nel 2016 ha sostenuto l’economia della nostra regione garantendo la maggior crescita dell’occupazione e delle esportazioni. Gli investimenti aggiuntivi potranno essere migliorati grazie all’impegno di destinare agli investimenti anche gli stanziamenti previsti nel bando sui progetti di filiera che sarà emanato entro la fine di febbraio con uno stanziamento previsto di 72,4 milioni di euro”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: