Madonna della notte di San Bonico, due anni fa il “miracolo” che...

Madonna della notte di San Bonico, due anni fa il “miracolo” che ha salvato una 17enne

16969
0
CONDIVIDI

madonna-san-bonico

A San Bonico di Piacenza che faccia freddo o venga giù la pioggia, nessuno vuole mancare all’appuntamento del giovedì con la Madonna della notte. Dal 2004 ad oggi, quella di giovedì 3 novembre sarà la 643esima apparizione della Vergine al veggente Celeste Orbetelli. Questo giovedì – con il ritorno all’ora solare – si anticipa: l’apparizione tornerà alle 20 e non più alle 21 come nel periodo estivo. Ma c’è da star sicuri che tra i fedeli di San Bonico – molti i parmigiani – nessuno arriverà in ritardo.

Negli ultimi messaggi che sarebbero stati affidati a Celeste, la Madonna della notte continua ad insistere su tre concetti: la liberazione dal male operata dalla Vergine stessa, l’invito pressante alla comunione e la richiesta di preghiere.

celeste-orbetelli-in-estasi-madonna-della-notte-san-bonico
Celeste Orbetelli in estasi durante la visione al campo di San Bonico

Nel messaggio del 20 ottobre in particolare, la Madonna – chiedendo come sempre di pregare tanto – avrebbe aggiunto: “…se pregate con la fede, tutto avete, avete tutto”. Frase che evoca quella evangelica: “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto”. Insomma, pregate. E in tanti a San Bonico ne sono convinti, come dimostrano i numerosi ex voto lasciati accanto alla statuetta di Maria.

Ma proprio in queste settimane – a proposito di preghiera – al campo di San Bonico ricordano il secondo anniversario di quello che per alcuni è il “miracolo” della Madonna della notte: il risveglio dal coma di una ragazza allora di 17 anni – Maria Felicita – dopo un incidente stradale: un frontale mentre era in auto con la mamma. Per i medici della Neurochirugia dell’ospedale di Cremona che tanto avevano fatto quel 20 novembre, guarda caso un giovedì, dopo lo schianto avvenuto alle 15, orario dal forte richiamo biblico, non c’era più nulla da fare. La ragazza – operata alla testa per rimuovere un grosso ematoma e lasciata in Rianimazione senza la calotta cranica – non aveva speranze.

3

A rivolgersi alla Vergine – il 27 novembre 2014, pregando con parole sue perché non ricordava più quelle imparate al catechismo – il padre della ragazza, Luciano Fonte, chiamato a San Bonico da amici. Lui che non aveva più tanta fede e che di certo non andava in chiesa e meno ancora pregava. Ma quel giorno deve essere stato particormente convincente con la Madonna della notte: contrariamente alle previsioni mediche, Maria Felicita si è svegliata la settimana dopo. Oggi è tornata a studiare, vive una vita quasi normale anche se deve sottoporsi a qualche terapia. Ma per i medici doveva essere già morta. La sua storia è stata raccontata anche da Safiria Leccese che ha avuto ospite papà Luciano a “La strada dei miracoli”, su Rete 4 (guarda il servizio).

Luciano Fonte - San Bonico
Luciano Fonte ospite a “La strada dei miracoli”, intervistato da Safiria Leccese

Miracolo? Luciano Fonte non hai usato quel termine, meno ancora il veggente Celeste, sempre schivo e riservato. Di certo una guarigione contro la logica.

Stando alle parole rivelate durante l’estasi del 27 ottobre da Celeste, giovedì 3 novembre sarà un’altra giornata speciale al campo di San Bonico. La Madonna avrebbe infatti promesso: “Giovedì arriverò qua sopra di voi e scenderò nel campo, come ho fatto tante volte, vi terrò tutti vicino, benedirò tutti voi e le vostre cose”. Una vicinanza, quasi un contatto, che i fedeli attendono con ansia.

Ma ecco gli ultimi due messaggi, in ordine di tempo, che Celeste Orbetelli avrebbe ricevuto dalla Madonna della notte.

642° incontro 27 ottobre 2016

La Madonna appare, bellissima, dal cielo, come sempre, nella grande luce con le mani giunte, con i 3 soliti angeli vicino, si abbassa sul campo, allarga le mani e dice:

“EccoMi, anche stasera sono qua con voi. Come sempre vi ho promesso, non vi abbandonerò mai figlioli, sarò sempre con voi, ogni momento della vostra giornata, Io sono con voi, ma vi chiedo sempre di pregare, pregate tanto, non abbandonatevi mai vi prego, non perdetevi, mai, pregate, pregate, pregate. Giovedì arriverò qua sopra di voi e scenderò nel campo, come ho fatto tante volte, vi terrò tutti vicino, benedirò tutti voi e le vostre cose. Vi raccomando, portate quelli che odiate e quelli che non amate, portateli, portate anche quelle persone che non vanno in Chiesa, perché loro dovranno entrare nella Chiesa, si devono salvare, il Signore li vuole salvare tutti, non li vuole perdere, nessuno vuole perdere il Signore, per questo vi dico di invitarli a pregare, sempre di più.
Vi benedico tutti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen”.

La Madonna benedice, chiude le mani, sale nella luce seguita dai 3 soliti angeli e scompare.

641° incontro 20 ottobre 2016

La Madonna appare, bellissima, dal cielo, come sempre, nella grande luce con le mani giunte, con i 3 soliti angeli vicino, si abbassa sul campo, allarga le mani e dice:

“Figli Miei, sono qua per voi, sempre per voi e per tutti. Vi raccomando figlioli, pregate sempre, questo ve lo chiederò sempre, perché Io solo preghiere chiedo e chiedo anche amore e pace, ma nella preghiera c’è tutto, quindi pregate sempre figlioli, se pregate con la fede, tutto avete, avete tutto, perciò vi raccomando, non perdete mai la fede, rafforzatela sempre, arriverete vicino al Signore, sempre di più. Giovedì ho liberato tante persone figlioli, ma questo succede anche stasera, sempre vi libererò, ma quando scendo in mezzo a voi, la luce vi tocca ed entro in voi, anche i più forti verranno toccati, perché il Signore sempre vince, quindi non abbiate mai paura figlioli, mai. Chiedo sempre a voi di andare in Chiesa e di pregare per la Chiesa, fatelo sempre vi prego. Pregate per tutti quelli che hanno bisogno di preghiere, fatele voi vi raccomando e insisto sempre a dirvi “Prendete sempre il Corpo di Cristo, per la vostra salvezza figlioli, fatelo”. Non Mi stancherò mai di dirvelo e di chiedere preghiere.
Vi benedico tutti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen”.

La Madonna benedice, chiude le mani, sale nella luce seguita dai 3 soliti angeli e scompare.

 

Nessun commetno

Lascia una risposta: