La senatrice Bisinella a Parma:”Tutelare il territorio”

La senatrice Bisinella a Parma:”Tutelare il territorio”

1378
0
CONDIVIDI

bisinellaDomenica 4 settembre, nella prestigiosa edizione della XIX Edizione del Festival del Prosciutto di Parma, la senatrice Patrizia Bisinella, esponente di Fare! Con Flavio Tosi, ha incontrato il presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma Dott. Capanna, il presidente della Provincia Filippo Fritelli, il sindaco del Comune di Langhirano Giordano Bricoli e presidente della Camera di Commercio di Parma Dott. Zanlari.

Ospite agli stand dei prosciuttifici Fontana&Anghinetti, F.lli Galloni e Ruliano per discutere di Made in Italy e tutela del prodotto e del territorio, ricordando anche l’importantissimo riconoscimento che il territorio parmense ha incassato con il riconoscimento di città UNESCO per la gastronomia.

“Tutelare il territorio” afferma Bisinella “non è solo protezione di interessi economici, crescita sostenibile e preservazione di posti di lavoro e salari, tutelare il territorio è anche e soprattutto riconoscere il valore delle nostre radici culturali, nel pieno rispetto delle organizzazioni che vi operano e riconoscendo il valore della mediazione per la crescita organica dell’economia e del conseguente miglioramento del tessuto sociale, lacerato dalla crisi.”

Durante il suo intervento, la senatrice ha avuto parole di lode per il territorio parmense e per l’imprenditoria parmigiana, volta con uno sguardo ai mercati internazionali e con uno sguardo al riconoscimento delle sue radici e alla protezione delle proprie origini.

“Vi ringrazio per continuare a credere nel potenziale di questo paese” continua la Senatrice “e vi garantisco che noi di FARE! saremo al vostro fianco per costruire il Paese che ci meritiamo, per fare in modo che fare impresa in Italia non sia solo un atto di grande coraggio, ma sia anche e soprattutto la gioia di piantare un seme da cui poi raccogliere grandi frutti. Vi auguro quindi buon lavoro e vi saluto con un grande grazie. Di cuore.”

Nessun commetno

Lascia una risposta: