Fidenza: 28 cipressi malati danno il via al ridisegno del verde al...

Fidenza: 28 cipressi malati danno il via al ridisegno del verde al cimitero

686
0
CONDIVIDI

Prenderà il via domani un intervento urgente di abbattimento di numerosi cipressi nel cimitero di Fidenza: dalle indagini strumentali effettuate sulle alberature dallo Studio E.co di Noceto è purtroppo emersa una situazione decisamente critica per 28 Cipressi dell’Arizona (Cupressus Arizonica), collocati nella seconda sezione del viale centrale del cimitero urbano. lL’abbattimento degli alberi darà vita a un ridisegno globale del verde dell’area, che sarà effettuato in autunno.cipresso 1_412x640

Da martedì 9 agosto a venerdì 12 agosto saranno, dunque, abbattuti i 21 cipressi in classe D-estrema e i 7 cipressi in classe C/D-elevata: l‘intervento urgente è stato comunicato alla Soprintendenza Archelogia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Parma e Piacenza.

La perizia, effettuata con l’analisi visiva di stabilità VTA e l’indagine strumentale tramite Resistograph, ha evidenziato che su 46 cipressi presenti: solo 3 esemplari sono classificati per R.F.C. (Failure Risk Classification, ovvero il grado di pericolosità dell’abero) in classe B-bassa (con ricontrollo non superiore ai due anni), 15 esemplari sono in classe C-moderata (con ricontrollo non superiore a un anno), 7 sono in classe C/D-elevata (da potare radicalmente, altrimenti da abbattere) e ben 21 esemplari sono in classe D-estrema, cioè manifestano segni, sintomi e difetti gravi tali da far ritenere che il fattore di sicurezza naturale dell’albero si sia ormai esaurito. Per questi soggetti, le cui prospettive future sono gravemente compromesse, ogni intervento di riduzione del livello di pericolosità risulterebbe insufficiente. Le piante devono quindi essere abbattute.

E’ brutto pensare di dover fare un intervento così drastico in un luogo così delicato ma non abbiamo alternative. Fortunatamente la campagna di monitoraggio delle alberature sul territorio comunale ci sta permettendo di eliminare i fattori di rischio per i cittadini. Il nostro patrimonio verde è molto ricco e resta ancora tanto lavoro da fare. Fidenza è una città a saldo arboreo zero. Non solo i cipressi saranno sostituiti in autunno/inverno con nuove alberature, ma stiamo predisponendo, cosa che abbiamo preventivamente comunicato alla Soprintendenza, un progetto per ridisegnare il verde di quella parte di cimitero urbano”, spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Davide Malvisi.

Il Comune di Fidenza – come si legge nella comunicazione inviata alla Soprintendenza – “ha scelto di premiare la riqualificazione arborea sul lungo periodo, abbattendo tutti gli esemplari della seconda sezione e ripensando globalmente l’area, piuttosto che lasciare pochi esemplari distribuiti senza una logica unitaria e rispetto ai quali l’inserimento di nuove alberature di completamento del filare risulterebbe disomogenea e, in ogni caso, alberature per le quali si potrebbe comunque essere obbligati all’abbattimento entro uno o due anni”.

L’eliminazione degli ulteriori esemplari arborei e l’intervento di ripiantumazione di alberi e arbusti nonché la sistemazione di tutto il filare saranno eseguiti solo successivamente ad autorizzazione del progetto di sistemazione complessivo.

Nessun commetno

Lascia una risposta: